PR & Influencer

Come aprire un negozio online

L’emergenza coronavirus finalmente ti ha deciso. Vuoi iniziare a vendere su internet e quindi devi capire come aprire un negozio online.

Per creare un negozio online si avrà bisogno di un’attenzione in più. Soprattutto dal punto di vista amministrativo. Bisogna avere presente che la materia, soprattutto dal punto di vista amministrativo, è sempre in continua evoluzione e aggiornamento, e dunque le informazioni qui presenti potrebbero essere solo indicative e di supporto a quanto dirà anche un professionista di cui avvalersi.

Il primo punto che bisogna chiarire per creare un negozio online è se aprirlo in autonomia, o appoggiarsi ad un servizio esterno. Questa è la differenza tra eShop e marketplace come Amazon, eBay, byoutique.com e i punti che caratterizzano entrambe le soluzioni sono chiari. Da un lato si ha un sito web, un progetto anzitutto caratterizzante, di cui si può ottimizzare ogni dettaglio anche per l’ottimizzazione SEO, ma che ha dei costi superiori, dall’altro invece c’è un servizio che mette a disposizione una piattaforma a un costo mensile minimo, o a percentuale in base alle vendite, però non si ha possibilità di ottimizzazioni, e personalizzazioni varie. Forse una via di mezzo ad entrmabe le soluzioni, può essere proprio usufruire del servizio di byoutique.com, che permette di avere i vantaggi tipici del marketplace senza perdere comunque i punti forza di un sito web personale.

Assodato il punto sullo strumento da utilizzare per affrontare l’avvenutura online, occorre organizzarsi per affrontare le spese per fare commercio elettronico su internet.

Questa è sicuramente una delle spese più corpose da affrontare. Ma senz’altro tra quelle preventivate dall’imprenditore per iniziare la propria attività online. Per la propria attività si può iniziare a preventivare una spesa di magazzino graduale, senza eccessivi costi di ingresso, ma è utile ricordarsi che se l’attività ingrana, gli ordini saranno continui e scorreranno piuttosto veloci!

Se invece si è già sul mercato, avendo un negozio fisico, fronte strada o dir si voglia, si dovrà aggiungere al tipo di attività svolta il codice ATECO 47.91.10 “Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto via internet” e comunicare alla Camera di Commercio di tua pertinenza lo svolgimento dell’attività di commercio elettronico. Da marzo del 2011 non è più necessario infatti presentare la documentazione cartacea in Comune.

Si dovrà infine fare una SCIA, segnalazione certificata di inizio attività, per comunicare l’inizio dell’attività commerciale allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune nel quale si intende avviare l’attività. A tal fine devi accedere a ComunicaStarweb, per il quale demando a fonti più autorevoli.

In molti casi i comuni gestiscono in autonomia il flusso della documentazione necessaria delegando la presentazione della SCIA ad altri enti e uffici. Pertanto sarà utile recarsi, prima di ogni altra cosa, presso il proprio Comune e verificare la presenza di adempimenti particolari per la compilazione.

Dal punto di vista tecnico invece, è utile sapere che avendo un negozio fisico che procederà in ogni caso lungo il proprio percorso nella vendita dei beni, sarà utile avere un gestionale, che permetterà di sapere su ambo i fronti le disponibilità della merce onde evitare di effettuare vendite per le quali non si avrà il bene a disposizione. Anche in questo caso byoutique.com ha a disposizione una utile funzione di gestione del punto vendita che permetterà di tenere sempre aggiornate le scorte e sapere in tempo reale le disponibilità dei singoli beni, oltre il permettere di evitare di vendere beni online dei quali non si hanno più scorte.

Quali infine le informazioni utili da esporre sul proprio negozio online è presto detto: come suggerito anche da una recente guida su come effettuare acquisiti online in sicurezza di Poste Italiane, sul tuo negozio online dovrebbero essere presenti informazioni quali dati identificativi e contatti utili per il servizio clienti, oltre che sempre esposti in modo chiaro e facilmente reperibili i prezzi dei singoli prodotti, nonché le condizioni di vendita, il diritto di recesso, le modalità di pagamento consegna e fatturazione e le informative di cookies e privacy

L’apertura di un negozio online comporta obblighi e adempimenti per quanto riguarda la fatturazione. Come per l’apertura della Partita Iva, su questa materia occorre il supporto di un commercialista.

Il cliente che avrà accesso al tuo negozio online eseguirà la procedura di acquisto aggiungendo i prodotti al carrello, compilando l’ordine ed eseguendo il pagamento tramite le forme che avrai deciso.

Invierai la merce ed emetterai la fattura. Se le vendite sono fatte da consumatori finali sei esonerato dall’obbligo di emissione della fattura, salvo richiesta esplicita del cliente che dovrà a quel punto fornire tutti i dati per la sua emissione. Sei sollevato dall’obbligo di scontrino e ricevuta fiscale.

Venendo ai costi per aprire un negozio online, per inaugurare un’ecommerce occorre affrontare vari costi: fermo restando che l’idea di utilizzare un marketplace è più economica e può variare da poche a svariate decine di euro (MENSILI e ricorrenti) per aprirlo, optare per l’utilizzo di un proprio sito web ha costi iniziali più elevati:  dalla registrazione del dominio con relativo certificato SSL all’investimento promozionale, la realizzazione del sito e la  manutenzione ed infine il canone dell’hosting e la gestione server che può essere importante. Costi invece che possono essere abbattuti completamente aprendo il proprio negozio sulla piattaforma di byoutique.com.

Per quanto riguarda i costi amministrativi si va da poche decine di euro per il pagamento dei diritti di segreteria al Comune ove si presenta la SCIA, ad un centinaio di euro per l’apertura della Partita Iva e per il diritto annuale della Camera di Commercio. I costi poi variano in caso di apertura di Società.

Quale allora in definita il nostro consiglio? Determinazione e forza d’animo sicuramente, ma senza dubbio il nostro parere è positivo sull’idea di aprire un negozio online: Non si può più attendere!

Avatar
Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *