PR & Influencer

COLLINE DEL PROSECCO. LUCA ZAIA PRESENZIA ALL’ASSEMBLEA ANNUALE DELL’ASSOCIAZIONE E CONSEGNA LE TARGHE UNESCO AI COMUNI DEL SITO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

COLLINE DEL PROSECCO. LUCA ZAIA PRESENZIA ALL’ASSEMBLEA ANNUALE DELL’ASSOCIAZIONE E CONSEGNA LE TARGHE UNESCO AI COMUNI DEL SITO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

Zaia: “Viviamo e abbiamo il privilegio di lavorare in un territorio da sogno, cullato fra i beni più importanti della Terra dall’UNESCO. Ma il sogno poggia su basi di concretezza: il futuro della Colline del Prosecco è assicurato dal lavoro, dall’imprenditorialità, dalla passione per queste terre”

Montedoro: “Un momento di condivisione che ci unisce con un unico comune obiettivo: proteggere e promuovere le nostre Colline”

Conegliano, 28 Ottobre 2022 – Oggi, in occasione della seconda Assemblea annuale dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene presieduta dal Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, è avvenuta la cerimonia di consegna delle targhe UNESCO ai Comuni dell’area del Sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 2019.

Il riconoscimento ottenuto dall’UNESCO ha dato ulteriore luce ad un territorio straordinario. Dove la natura e l’ingegno dell’uomo, la tradizione e la passione per l’innovazione enologica e agraria hanno compiuto un vero miracolo. Generando economia, lavoro, un futuro per le generazioni che si affacciano oggi al presente. – ha detto il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. Ed il ruolo delle comunità locali, dei Comuni con i loro Sindaci, è davvero di primo piano. Ecco perché oggi vogliamo consegnare loro questo importante riconoscimento: che è un premio, certo, ma anche un impegno per lavorare, tutti assieme, a traguardi sempre più ambiziosi”

La cerimonia, tenutasi all’Istituto Cerletti di Conegliano e che ha visto la partecipazione dei 29 sindaci del territorio a cui il Governatore ha consegnato personalmente targhe e cofanetti, è stata introdotta da Mariagrazia Morgan – Dirigente dell’Isiss “GB Cerletti”; Stefano Soldan – Presidente di IPA e Marina Montedoro – Presidente dell’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.

La consegna delle targhe ufficiali da apporre, come previsto dalle regole UNESCO, sui Municipi dei Comuni della Core e della Buffer Zone – commenta Marina Montedoro – rappresenta un momento importante col quale andiamo a completare l’iter di riconoscimento dell’area iniziato con la cartellonistica stradale oggi presente in tutta la zona. Come Associazione abbiamo voluto prevedere una targa anche per i Comuni della Commitment zone fermamente convinti che siano parte integrante del progetto di tutela e valorizzazione del Sito UNESCO. Ci onora che i Sindaci ricevano la targa direttamente dalle mani del nostro Governatore a conferma di quanto la Regione ci supporti nel compito di tutelare e valorizzare questo fazzoletto di terra, che ci regala un paesaggio unico, amato dai veneti e sempre più conosciuto dal mondo. Un momento di condivisione che ci unisce con un unico comune obiettivo: proteggere e promuovere le nostre Colline”.

La cerimonia è stata preceduta dall’Assemblea dell’Associazione, durante la quale la Presidente Marina Montedoro e il Site Manager Giuliano Vantaggi, alla presenza del Governatore, hanno presentato le attività svolte da maggio a ottobre e hanno fotografato lo stato dell’arte rispetto all’importante lavoro tecnico che sta portando avanti il Comitato scientifico.

Tra le tante iniziative promosse in questi mesi di promozione del turismo sostenibile: il Press Tour “Alla scoperta delle Meraviglie del Veneto” che, finanziato da Regione e coordinato dall’Associazione, ha portato 11 giornalisti di alto livello (5 stranieri e 6 italiani) alla scoperta dei 10 siti materiali e immateriali e dei MAB della Regione e al quale è seguita una copertura mediatica -tra articoli pubblicati, documentari e trasmissioni radiofoniche – di eccezionale rilievo.

E ancora: le guide dedicate al territorio, da quella monografica sulle Colline del Prosecco della Lonely Planet alla guida di Repubblica sui siti Unesco del Veneto, le trasmissioni nazionali di Rai e Mediaset – Melaverde, Lineabianca, Camper – e quelle locali, come La Zanzega che hanno raccontato il territorio sotto varie sfumature; le importanti iniziative sportive, dal passaggio del Giro d’Italia al Cycling Stars Criterium 2022 e la Nova Eroica.

L’Associazione, che in questi mesi ha patrocinato oltre 50 iniziative sul territorio, ha inoltre partecipato a importanti iniziative di carattere nazionale e internazionale per la promozione turistica: il WTE di Verona, il TTG di Rimini, il Be.Cultour Policy Learning Lab a Bruxelles. E ne ha già programmati altri che vanno dagli Stati Generali del Turismo di Chianciano Terme il 28 e il 29 Ottobre al Forum sul business del vino al PalaExpo di Veronafiere i prossimi 7 e 8 novembre.

Sostenibilità al centro, tra i progetti in via di realizzazione: il più recente “Ecolog – polo logistico Conegliano Valdobbiadene” che vede uniti in un protocollo d’intesa il Comune di Valdobbiadene, il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Docg, l’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, Coldiretti Treviso e Banca Prealpi SanBiagio. Il progetto mira a sviluppare soluzioni innovative per decongestionare il traffico pesante, migliorando la vivibilità del territorio e riducendo le emissioni, nonché per promuovere e facilitare la vendita diretta nazionale e internazionale a seguito delle visite in cantina e attraverso l’e-commerce.

Sul tavolo dell’Assemblea anche le attività del Comitato scientifico, coordinate dal Prof. Amerigo Restucci, volte a finalizzare iniziative e pratiche per rispettare appieno le raccomandazioni dell’ICOMOS che delineano in modo imprescindibile le priorità e gli indirizzi tematici da considerare per la tutela e la gestione del Sito.

È stato presentato il lavoro del Professore dello IUAV Enzo Micelli su “Le determinanti delle trasformazioni urbane e territoriali” che ha come obiettivo l’approfondimento delle caratteristiche demografiche ed economiche dell’area; quello del Professor Mauro Agnoletti dell’Università di Firenze su “L’Analisi dell’evoluzione del paesaggio rurale della Core Area del sito UNESCO” e impostazione di un sistema di monitoraggio; lo studio, in fase di ultimazione, sul climate change e il disaster risk nelle Colline del Prosecco a cura del professor Vasco Boatto e l’indagine su “La valorizzazione del patrimonio dell’edilizia rurale all’interno del Sito” a cura di Studio Terre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *