PR & Influencer

Ballottaggio a Castelfranco, i Cinque Stelle votano Sartoretto

Nell’ ottica di un deciso miglioramento della nostra città il gruppo M5S di Castelfranco si auspica che nella data del 5 Ottobre 2020 ci sia un cambio di amministrazione.
Il perchè è motivato dall’esperienza maturata nei 5 anni (2015-2020) di opposizione in cui abbiamo visto l’amministrazione Marcon demolire la nostra città; sporcizia, spreco di denaro pubblico, mancanza di visione del futuro espresso come riqualificazioni e commercio, cementificazioni indiscriminate, perdite di servizi base per il cittadino, mancanza di fondi per cultura arte e spettacolo, totale mancanza di visione per l’ambiente e la salute ma soprattutto la mancanza di confronto con le opposizioni tutte, che si trasformava, in ripetute occasioni, in parole gran poco gratificanti e mancanza di rispetto per le persone presenti in consiglio. Ricordo inoltre il mancato aiuto alla creazione di un punto di ascolto/aiuto per i truffati delle banche che ci ha visto “costretti” ad arrangiarci aprendolo noi!
Quasi nessuna nostra proposta è stata considerata dalla Lega di Marcon malgrado fossero appoggiate da tutte le opposizioni; proposte che andavano a favorire la rappresentatività dei cittadini in consiglio comunale nonchè l’ambiente e la salute di esseri umani e animali.
Per tutto questo ci sentiremo più rappresentati da coloro che, in quasi tutte le occasioni, ci hanno aiutato e appoggiato nelle nostre battaglie, in particolar modo Sartoretto, Fiscon e la grande assente Tiziana Milani che ringraziamo ancora.
Non siamo mai stati propensi a dare indicazioni di voto ma questa volta, dopo  l’incontro con Sebastiano Sartoretto di questi giorni e la promessa sottoscritta dallo stesso di portare avanti moltissimi punti del nostro programma, ci auguriamo e auspichiamo che le persone che ci hanno votato possano prendere in considerazione un cambio di passo per questa meravigliosa città.

La cosa che più ci fa felici è la promessa di attivare a livello comunale il Punto SoS al Cittadino, di inserire il Question Time al cittadino e il diritto di tribuna (ogni persona potrà portare istanze direttamente in consiglio comunale), di attivare il bilancio partecipato e il consiglio comunale dei ragazzi; di avviare un dialogo per un accordo con l’Università di Padova al fine di aprire il Parco Bolasco alla cittadinanza, di  digitalizzare la pubblica amministrazione, istituire corsi base per adulti e anziani per l’insegnamento di smartphone, tablet e pc, di indire un referendum sull’ospedale per il recupero di posti letto, di aprire le commissioni ai soggetti interessati e soprattutto una commissione permanete sulla scuola con dirigenti, docenti, genitori e alunni.
Inoltre verrà sostenuta la creazione di uno o più Circoli Socioculturali per giovani ed anziani, il recupero del Palazzetto dello Sport e dell’area circostante.
Ci inorgoglisce la promessa sullo stop alla cementificazione, stop ad ulteriori centri commerciali, maggior tutela dell’ambiente, l’aumento di aree verdi con la piantumazione di una pianta ogni nuovo nato accompagnata da targhetta identificativa per i neo genitori e soprattutto l’aumento delle aree protette di ripopolamento di animali.

Abbiamo inoltre inviato a Sebastiano Sartoretto dei curricula di persone altamente competenti su ambiente e bilancio, plurilaureate, estranee ai gruppi politici e non residenti a Castelfranco, per evitare conflitti di interessi. Ci auguriamo che tali persone possano essere valutate e, se non verranno scelte, quantomeno sostituite con persone ancora più competenti e qualificate.
Grazie.

Portavoce del gruppo M5S Castelfranco Veneto
Cristian Bernardi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *