PR & Influencer

AGROALIMENTARE: ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO, A PADOVA LA FINALE DI “TALENT FOR FOOD”

Conto alla rovescia per “Talent for Food”, il primo food contest italiano dedicato alla filiera agroalimentare, promosso dai Gruppi Alimentare e Vinicolo e Distillati Liquori di Assindustria Venetocentro, in collaborazione con Associazione Italiana Food Blogger (Aifb) e DIEFFE Accademia delle Professioni. Obiettivo comunicare ed esportare l’eccellenza agroalimentare in maniera innovativa esplorando le nuove frontiere web e digitali, allargare la platea di consumatori finali grazie alla viralità dei food blogger. Dando ulteriore impulso a una filiera che fa del Veneto la terza «food valley» italiana per fatturato, prima per export con 6,6 miliardi di euro (+37% negli ultimi cinque anni).
Dopo aver intercettato l’interesse di 40 food blogger di tutta Italia, che hanno reintepretato due ricette originali o della tradizione (dolce e salata) usando almeno un ingrediente del paniere veneto, la giuria del talent ha selezionato le tre migliori food blogger, tutte al femminile: sono di Alessia Aloe, calabrese (www.dirittoincucina.com), Francesca Fughelli, bolognese (//fraduefuochi.blog), Claudia Primavera, romana (www.lapagnottainnamorata.com). Le chef-blogger si sfideranno nella prova finale di cooking dal vivo con le specialità di 24 aziende di produzione e trasformazione alimentare: olio e farine, birra e ginger, pasta gluten free e vino rosso, preparato per brodo e grappa, focaccia e insalata, maraschino e caffè, formaggi e mostarda, prosciutto e prosecco, cipolle, funghi e spaghetti.

La finale di “TALENT FOR FOOD” si svolgerà venerdì 23 novembre, dalle ore 17.00, nella sede di DIEFFE Accademia delle professioni a Noventa Padovana (via Risorgimento, 29 – Pd). Dopo il saluto diGiovanni Taliana e Fabrizio Zanetti, Presidenti del Gruppo Alimentare Assindustria Venetocentro per Padova e Treviso e di Ivo Nardi, Presidente del Gruppo Vinicolo e Distillati Liquori, seguirà la presentazione delle food blogger finaliste e la prova di cooking: preparazione, cottura e impiattamento, sotto lo sguardo attento della giuria.
Seguirà la proclamazione della vincitrice e la premiazione, con gli assessori veneti alla formazione e al lavoro Elena Donazzan e all’agricoltura Giuseppe Pan, il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, l’assessore alle attività produttive del Comune di Padova Antonio Bressa, il sindaco di Noventa Padovana Luigi BisatoFederico Pendin presidente DIEFFE, Anna Maria Pellegrino presidente AIFB.
Il premio per la migliore fotografia è già stato assegnato alla food blogger Lisa Fregosi, di Gazzo Padovano (www.mumcakefrelis.it), quello per il video alla bolognese Marica Bochicchio(www.cookingwithmarica.net). A tutti i premiati un tour culturale a Padova e Treviso e la visita in due aziende agroalimentari, Agugiaro&Figna Molini di Curtarolo (Pd) e Perenzin Latteria di San Pietro di Feletto (Tv) e la visita al Museo Salce di Treviso.

Le 24 aziende padovane e trevigiane che hanno fornito alle food blogger le ‘mistery box’ con i prodotti veneti sono: Agricola Grains, Agugiaro & Figna, Bevande Futuriste, Birrificio Antoniano, Bovis, Case Bianche, Dialcos, Distilleria Castagner, Fraccaro Spumadoro, Francesco Barduca, G. Luxardo, Hausbrandt Trieste 1892, Il Granaio delle Idee, La Casearia di Carpenedo, Latteria Montello, Luigi Lazzaris, Martelli Salumi, Molino Rachello, Molino Rossetto, Perenzin Latteria, Perlage, Serbosco, Sgambaro, Valbona.
Open Dream, spazio dedicato alle eccellenze del food e del beverage con il Presidente Damaso Zanardo ha sostenuto il Talent for Food 2018 nella propria sede di Treviso (ex Pagnossin).

«Vogliamo accompagnare l’industria del cibo nell’era digitale – dichiara Giovanni Taliana, Presidente del Gruppo Alimentare Assindustria Venetocentro per Padova –, esplorare nuove e più interattive modalità di marketing per ampliare gli orizzonti di mercato e raggiungere una più vasta platea di consumatori. La risposta delle aziende dimostra l’interesse per il marketing 4.0, che apre opportunità enormi per il made in Italy nel mondo. Da Padova e Treviso parte una sfida con l’obiettivo di valorizzare l’intera filiera agroalimentare, patrimonio di qualità, tipicità, elevati standard di produzione e selezione di materie prime».

«Oggi lanciamo un forte segnale di innovazione per un settore di punta della nostra economia – dichiara Fabrizio Zanetti, Presidente del Gruppo Alimentare trevigiano di Assindustria Venetocentro -. La comunicazione social sta cambiando il rapporto con i fornitori e i consumatori finali. Perciò è fondamentale aiutare le aziende a comprenderne i nuovi linguaggi e a presidiarli con adeguate competenze. Questo Talent allarga l’attenzione sulle eccellenze dei nostri territori e valorizza le specificità di Padova e Treviso in un comune messaggio rivolto agli appassionati del buon mangiare e del buon bere, in Italia e all’estero».

«Il vino e i distillati e liquori sono un’eccellenza del Veneto, riconosciuta in tutto il mondo – dichiara Ivo Nardi, Presidente del Gruppo Vinicolo e Distillati Liquori di Assindustria Venetocentro -. Talent for Food consente di creare, con una comunicazione innovativa, l’opportuna sinergia con le imprese alimentari dello stesso territorio per rinnovare la proposta enogastronomica territoriale, che attrae consumatori e visitatori da tutto il mondo e anche un pubblico più giovane».

«La comunicazione social apre opportunità enormi per l’agroalimentare – aggiunge Anna Maria Pellegrino, Presidente dell’Associazione Italiana Food Blogger -. La collaborazione di Assindustria Venetocentro con il mondo dei blogger è un’intuizione geniale che ha il merito di spingere le imprese medie e piccole ad interagire con i professionisti delle nuove piattaforme web, da Instagram a Facebook, promuovere i prodotti con approcci immediati ed emozionali. Il talent ha permesso ai food blogger di testarne la bontà e diventarne i primi testimonial. È il futuro del marketing territoriale per raccontare storia, saperi, esperienze e prodotti».

«Siamo orgogliosi di essere nuovamente al fianco di un progetto che testimonia come la rivoluzione digitale giochi un ruolo fondamentale nel divulgare il valore di uno dei più importanti patrimoni del Paese, la cultura enogastronomica – dichiara Federico Pendin, Presidente DIEFFE –. Foodblogger e influencer sono figure sempre più strategiche per creare consapevolezza di questo valore. Anche quest’anno metteremo a disposizione di Talent for Food e dei finalisti gli spazi dell’Accademia e le nostre expertise di livello, contribuendo con entusiasmo alla realizzazione di una serata emozionante e coinvolgente».

LE FOOD BLOGGER FINALISTE 
Alessia Aloe
Calabrese, 31 anni, laureata in giurisprudenza, sposata e con una figlia, vive a Milano. Con le mani in pasta fin da piccola e sperimentatrice di dolci, ha conseguito il diploma di cuoca naturale presso La Sana Gola di Milano e frequentato un corso sulla cucina naturale alla Fondazione IRCCS. Ha già partecipato a concorsi culinari. Il marito pediatra e nutrizionista ne è il critico personale. Da quattro anni è autrice del blog dirittoincucina.com. Si è aggiudicata la selezione in finale di Talent for Food con il dolce “Marascake 4 strati” e il salato “Sole d’autunno” in onore dei bacari veneziani.

Francesca Fughelli
Bolognese, 47 anni, una laurea in filosofia e un master in comunicazione web, nel suo primo talent metterà alla prova una passione nata accanto al nonno panificatore, alla nonna pasticcera e alla zia sfoglina. Alla passione per il cibo e alla cultura gastronomica, coltivata anche con alcuni corsi, unisce quella per i libri per ragazzi e young adults. Avventure gastronomiche tra fuochi e fornello è il claim del suo bloghttp://fraduefuochi.blog. È arrivata in finale con le ricette “allegre nozze dell’arancia e del caffè” e “la parte nobile del coniglio”.

Claudia Primavera
Romana, 46 anni, sposata e con un figlio, ha studiato architettura e si è specializzata nella sicurezza sui luoghi di lavoro. Foodblogger per professione e passione, gestisce da quattro anni il blogwww.lapagnottainnamorata.com – racconti del forno e dintorni anche per realizzare il sogno da bambina del dolce forno, il forno-giocattolo che sfornava biscotti e tortine. È al suo quarto contest sulla cucina, la prima finale. Le sue ricette per il Talent, il dessert “Gaufres di Liegi al Blu61 e briciole di veneziana affogata al Brandy e fiori d’arancia” e “petto di pollo scaloppato con salsa alle cipolle e insalata Gourmet”.

Il Comitato scientifico di “Talent for Food” è composto da Giovanni Taliana e Fabrizio Zanetti, Presidenti del Gruppo Alimentare Assindustria Venetocentro per Padova e Treviso, Ivo Nardi Presidente Gruppo Vinicolo e Distillati Liquori di Assindustria Venetocentro, Graziano Freschet Vicepresidente Gruppo Vinicolo e Distillati Liquori di Assindustria Venetocentro, Anna Maria Pellegrino Presidente Associazione Italiana Food Blogger.

AGROALIMENTARE: AL VENETO IL PRIMATO PER EXPORT. L’industria di trasformazione agroalimentare è una ‘lepre’ del made in Italy. La produzione è stimata quest’anno in oltre 141 miliardi di euro. Il Veneto è la terza regione (dopo Lombardia, Emilia Romagna) con un fatturato stimato in 15,3 miliardi, ma la prima sul podio dell’export dell’intera filiera agroalimentare (produzione agricola, trasformazione industriale e distribuzione commerciale) con una quota di 6,6 miliardi nel 2017 (+37 per cento negli ultimi cinque anni) su quasi 41 miliardi di export italiano. Guardando alle sole aziende di trasformazione industriale, a Treviso e Padova sono attive 1.976 unità locali nei settori alimentare, vinicolo e distillati liquori (38,3% del totale veneto) per oltre 15.000 addetti (31% degli occupati nel settore in Veneto). Nel 2017 l’export di questa ‘filiera ristretta’ delle due province ha raggiunto 1,7 miliardi di euro, con una crescita del +6,2% rispetto al 2016 (Veneto +4,3%).

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *