PR & Influencer

AD ANNIBALE TOFFOLO IL PREMIO FURORE DI GIORNALISMO

La ventidueesima edizione del Premio Furore di Giornalismo, patrocinato dalla Presidenza della Repubblica ha visto vincitore Annibale Toffolo, il direttore ed editore di Tastevin, la rivista di Enogastronomia che da ben 44 anni viene curata e diffusa in tutta Italia. Il Premio è andato anche ad altri cinque giornalisti di notorietà nazionale: Emiliano Amato (direttore de “Il Vescovado”); Rino Genovese (TG Rai 3); Renato Malaman (Il Mattino di Padova); Emanuela Rosa Clot (Direttore di Bell’Italia) ed Enrico Varriale (Rai Sport). La serata, fra le mura della suggestiva chiesa di Santa Maria della Pietà, è stata condotta da Daniela Bruzzone, esperta conduttrice Rai e delle reti vaticane.

Annibale Toffolo, trevigiano doc, studi d’arte maturati a Venezia, un consumato mestiere e un costante interesse per il mondo del vino, ha meritato il Premio grazie alla somma di articoli che ha dedicato nel corso degli anni al territorio della Costa d’Amalfi e alle eccellenze italiane. Molti di questi scritti – oggetto di altrettanti editoriali – sono stati raccolti in una pregevole pubblicazione, di cui la giuria ha di certo tenuto conto.

Furore è un comune di poco più di 800 abitanti nel cuore del territorio che dai Monti Lattari si allunga fino al famoso Fiordo, già teatro degli incontri di Anna Magnani e Roberto Rossellini. Il paese si sviluppa fra i vigneti a terrazzamento e ospita una serie di suggestivi B&B per oltre mille posti letto, il che significa in numero ben maggiore dei suoi abitanti.

Il Premio, che reca la seguente motivazione: “Direttore di TasteVin, prestigiosa rivista con oltre quarant’anni di storia, ha sempre contribuito a promuovere le eccellenze italiane e di tutta la Costa d’Amalfi” è stato consegnato ad Annibale Toffolo dal sindaco di Furore, prof. Raffaele Ferraioli, figura storica in Costa d’Amalfi, che non ha mancato di porre in luce quanto impegno e quanta continuità c’è stata nell’informazione che il giornalista veneto ha dato della Costa Amalfitana, della sua gastronomia e dei suoi vini. E’ infatti di questi giorni il riconoscimento al Fior d’Uva prodotto dalle Cantine di Marisa Cuomo, quale miglior Bianco d’Italia.

Toffolo, commosso e grato, non ha trascurato di ricordare Bepo Maffioli, suo maestro e fondatore di Vin Veneto, anticipatore di Tastevin.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *