PR & Influencer

UN ALTRO TRICOLORE PER L’UNESCO CITIES MARATHON: IL 29 MARZO SI CORRERA’ PER IL CAMPIONATO ITALIANO INTERFORZE

Quarantadue chilometri di corsa tra le bellezze dell’Unesco: Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia unite nel segno di un grande evento sulle strade della storia, che domenica 29 marzo festeggerà l’ottava edizione. Con tanti motivi di richiamo.

L’Unesco Cities Marathon, quest’anno, si arricchirà di un nuovo traguardo tricolore. La notizia è diventata ufficiale in queste ore: l’unica corsa al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco sarà valida, per la prima volta, come Campionato Italiano Interforze di maratona.

La rassegna, organizzata in collaborazione con lo Stato Maggiore della Difesa, sarà dedicata al personale delle Forze Armate, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Corpi Armati e non dello Stato.

 L’assegnazione del Campionato Italiano Interforze rappresenta un ulteriore motivo di prestigio per l’Unesco Cities Marathon – commenta Giuliano Gemo, presidente del comitato organizzatore della maratona -. L’Unesco Cities Marathon ha debuttato, nel 2013, assegnando i titoli italiani Fidal. Poi ha più volte ospitato il Campionato Italiano Esercito e la rassegna dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport. Ora lo Stato Maggiore della Difesa ci ha attribuito questo nuovo riconoscimento. L’assegnazione del Campionato Italiano Interforze ci inorgoglisce e amplierà ulteriormente i confini di un evento che rappresenta una grande occasione di promozione di un territorio unico, accomunato dalla bandiera dell’Unesco”.

L’edizione 2020 dell’Unesco Cities Marathon sarà anche abbinata a due campionati regionali: l’evento del 29 marzo assegnerà infatti i titoli individuali Fidal del Friuli Venezia Giulia sia per la maratona che per la mezza maratona. Un’accoppiata inedita, con la mezza maratona – introdotta con successo nel 2019 e riproposta quest’anno – che attribuirà le maglie di campione regionale al pari della distanza regina.

A circa due mesi dal 29 marzo, la macchina organizzativa dell’Unesco Cities Marathon (2.500 i partecipanti complessivi nel 2019), è in pieno movimento. Lo slogan dell’appuntamento 2020 – “Continua a correre” – fissa già un obiettivo: anche l’ottava edizione dell’Unesco Cities Marathon sarà un grande festival della corsa in tutte le sue declinazioni.

Oltre a maratona e mezza maratona (aperta anche agli appassionati del Nordic Walking), sulle strade della storia promette emozioni anche la terza edizione dell’Unesco in Rosa, corsa e camminata interamente dedicata alle donne, con partenza da Cervignano del Friuli.

Unesco Cities Marathon offrirà inoltre la Roller Marathon (42, 16 e 7 chilometri), il Trysport, una gara promozionale di duathlon, e la corsa degli Special Olympics, con start da Terzo di Aquileia. Traguardo, per tutti, nella splendida Piazza Capitolo ad Aquileia. Dove la corsa, domenica 29 marzo, incontrerà davvero la Storia.

 

ABOUT UNESCO CITIES MARATHON  

In Friuli Venezia Giulia, all’inizio della primavera, si corre lunica maratona al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dellUnescoCividale del Friuli, antica capitale longobarda, Palmanova, la celebre “città stellata”, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Cividale del Friuli, città di partenza della maratona, e Aquileia, che accoglie l’arrivo degli atleti nello stupendo scenario di Piazza Capitolo, distano esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui, l’idea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, capolavoro dell’architettura militare veneziana, entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco il 9 luglio del 2017. La prossima edizione dell’Unesco Cities Marathon – l’ottava – si svolgerà il 29 marzo 2020. Quarantadue velocissimi chilometri nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali dItalia che, come nel 2018, saranno ufficialmente accompagnati dalla Iulia Augusta Half Marathon, gara sui classici 21,097 chilometri della mezza maratona.

 

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *