PR & Influencer

Successo per il “3CX Camp”. «Abbiamo corso con gli occhi pieni di montagne». Ora lo sguardo è puntato verso il 7 e 8 settembre

Domenica tra i Cadini di Misurina si è svolta la prima edizione del “3CX Camp”, un allenamento per scoprire alcuni dei passaggi più belli interessati dalla Tre Cime Experience di settembre. La “passeggiata”, organizzata dalla Cadini Promotion, aveva come accompagnatore due atleti d’eccezione del Team Scarpa, Ivano Molin, anche ideatore della competizione e Stefano Fantuz, atleta di spessore dei trail internazionali. Una trentina di partecipanti hanno avuto la fortuna di correre in piena sicurezza seguendo i consigli di due atleti di indiscussa classe. Il programma prevedeva un breve briefing tecnico presso il Camping Alla Baita a Misurina prima della partenza, dove sono stati distribuiti anche gli zaini Misurina Sky Marathon firmati Osprey, un buff Scarpa e l’altimetria del percorso.
I runner sono partiti tutti insieme in direzione del Rifugio Col de Varda, dopo la sosta al Rifugio Città di Carpi per un breve ristoro, il gruppone ha proseguito poi lungo il sentiero Durissini fino a raggiungere il Rifugio Fonda Savio, dove c’è stata la seconda sosta con un altro ristoro. Dopo il Rifugio è iniziata la discesa finale verso Misurina, dove arrivati al Camping Alla Baita i partecipanti hanno pranzato tutti insieme.
Ivano Molin, ideatore della Tre Cime Experience racconta: «E’ stata una giornata stupenda, le condizioni meteo erano perfette e tutti i partecipanti hanno potuto provare nel miglior modo il tracciato che in parte sarà interessato dalle gare in programma il 7 e 8 settembre. Molti di loro non avevano mai corso lungo questi sentieri, l’entusiasmo e lo stupore nell’attraversare i Cadini erano ben visibili nei loro sguardi. Lo scopo di questa giornata con le scarpette da corsa, era avvicinare gli appassionati delle skyrace alle nostre iniziative. Inoltre i partecipanti hanno potuto anche “rubare” qualche segreto agonistico a Stefano Fantuz».
Stefano Fantuz: «E’ stato un “allenamento” da incorniciare, per una volta non abbiamo fatto partire i cronometri e abbiamo pensato solo a divertirci. Durante la corsa ho dato qualche consiglio su come gestire la gara illustrando alcuni tratti dove si può “attaccare” e altri dove si può riposare. Inoltre, insieme a Ivano Molin, abbiamo fatto vedere come affrontare i punti più tecnici in sicurezza».
Anche i corridori sono unanimi nella bellezza del percorso: «Abbiamo corso con gli occhi pieni di montagne!» Questo è stato un commento di uno di loro.
Il programma di settembre prevede che le gare della domenica siano anticipate sabato pomeriggio dalla Diavolo Vertical Sprint, una prova di sola salita di 400 metri di dislivello positivo con una lunghezza di 1,5 chilometri.
Le gare del giorno successivo si correranno lungo i tradizionali tracciati che le hanno rese famose tra tutti gli appassionati di skyrunning. La Cadini Sky Race si correrà su percorso di 20 chilometri con 1600 metri di dislivello, mentre la Misurina Sky Marathon, sarà lunga 42 chilometri con un dislivello di 3000 metri.

Per maggiori informazioni e iscrizioni consultare il sito web www.trecimeexperience.com oppure visitare la pagina Facebook Tre Cime Experience.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *