PR & Influencer

Le tendenze del gaming nel 2023

Il mondo del gaming oggi sta compiendo passi da gigante. Non parliamo solo di evoluzioni tecnologiche, di rivoluzioni digitali e tecniche ma anche dal punto di vista dell’impatto sulle nostre vite e la quotidianità. L’intrattenimento digitale e le tecnologie applicate ad esso infatti diventano sempre più globali e totalizzanti, incamerando nell’esperienza ludica una serie di aspetti, come i social network, gli store digitali, l’ausilio degli smartphone come fossero accessori all’esperienza gaming. Ma considerando che si stanno anche accentuando tutte le nuove tecnologie come la realtà virtuale, la realtà aumentata o l’intelligenza artificiale. Novità che trovano applicazione in diversi settori del gaming e in tante tipologie di titoli ed esperienze videoludiche, come ad esempio i giochi di ruolo e quelli tanto in voga come gli e-sports, senza dimenticare il mondo delle sale da gioco virtuali nelle quali ci si imbatte in giochi di carte come poker, scopa o blackjack ma anche giochi come le slot o i game show Crazy Time e Crazy Time versione demo. Il potere dunque del digitale sta in qualche modo ridefinendo il concetto di gioco.

Gli eSports

Non si può non parlare della rivoluzione attuata dagli eSports. Nulla di trascendentale dal punto di vista tecnico, ma questo particolare settore ha creato un movimento impressionante e inimmaginabile qualche anno fa. In realtà l’idea è molto semplice ed è quella di replicare in grande ciò che accadeva nelle stanzette di ogni ragazzo insieme ai propri amici. Solo fatto in grande con tournaments internazionali, piattaforme di streaming dedicate, eventi promozionali, sponsorship, investimenti delle major del gaming e quindi con un’organizzazione mirata e forte. Un mondo talmente in espansione che finanche il presidente del Cio, il Comitato Olimpico Internazionale, ha avanzato una proposta di organizzare un’Olimpiade tutta dedicata agli eSports.

Il gaming

Tornando ai “classici” titoli di gaming in realtà tutto si sta trasformando. Non si tratta più di un controller e uno schermo. Oggi si parla di realtà virtuale e aumentata, Intelligenza artificiale e nuovi modelli di sviluppo della CGI, sempre più realistici. Si pensi a giochi come Forspoken, Hogwarts Legacy, Star Wars Jedi: Survivor, e poi ancora Final Fantasy 7 e Street Fighter. Sono titoli che sono ritornati sul mercato in una veste del tutto nuova, più realistica, più coinvolgente e interattiva dove il giocatore non è chiamato solo ad assistere alla storia e alla narrazione del gioco ma deve esserne coinvolto e viverlo in prima persona. È questa la sfida dell’universo videoludico degli ultimi anni e del prossimo futuro. E poi c’è la questione dell’interconnessione con tutti i videogiocatori nel mondo. Perché è vero che l’intento delle case produttrici è di creare coinvolgimento ma anche una rete, sviluppando le piattaforme di gioco online, integrandole però anche con i social.

Le app

Infine il mondo delle App per smartphone e tablet. L’altro campo su cui vertono gli investimenti delle aziende è il mobile. Sempre più giocatori si spostano su giochi in mobilità e oggi serve creare esperienze videoludiche dall’alto impatto grafico che però non siano energivore né richiedano risorse illimitate ai nostri poveri telefonini. Ma è qui che si integra il mondo del gaming con i social in particolare: Facebook, Tik Tok, Twitch ma anche YouTube e Instagram creando chat in tempo reale, interagendo con altri gamers ma anche con i creators, in un universo comunicativo che va davvero alla velocità della luce e chiede di essere aggiornato ancora più velocemente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *