PR & Influencer

GLI ALLENAMENTI INDOOR CONSIGLIATI DAGLI ATLETI SPEEDO

A un mese dall’inizio della quarantena, provocata dall’emergenza sanitaria COVID-19, le regole per praticare sport all’aria aperta sono state più volte rivalutate. Tutti gli atleti e gli sportivi sono ad oggi costretti a rinunciare ai propri allenamenti per il bene comune. Una scelta che si rende obbligatoria per impedire la diffusione del coronavirus e che si inserisce tra le manovre del Governo Italiano per permettere presto a tutti di tornare alla normalità. Durante le settimana di lockdown non dobbiamo però rinunciare al benessere fisico: anche gli atleti dell’Elite Team Speedo continuano ad allenarsi tra le mura di casa e si mantengono in forma per la prossima stagione di gare.
 
Nel DNA di un atleta non può esistere il concetto di arrendersi e così Federico, Laura e Piero ci svelano la loro routine durante il coronavirus.
 
Federico Bocchia, new entry dell’Elite Team Speedo, pluri campione italiano sullo stile libero, quattro volte campione europeo con la 4×50 stile libero, finalista ai Campionati del Mondo, partecipò ai Giochi Olimpici di Rio nel 2016, ha deciso di trascorrere la quarantena in totale isolamento nella sua casa al mare di Chiavari rinunciando a qualsiasi tipo di allenamento all’aria aperta. “La solitudine si fa sentire, vivere da solo in questo momento così delicato non è semplice, sento i miei famigliari tramite video call e dedico molto tempo a me stesso.” Federico suggerisce un allenamento a corpo libero, non possedendo l’attrezzatura necessaria, riserva due ore al giorno ad esercizi utili per il fiato per mantenere il metabolismo attivo. “In questi giorni sto riflettendo molto sulle occasioni perse e sugli errori commessi, consiglio a tutti di soffermarsi su ciò che è davvero importante nella vita di ognuno di noi e suggerisco di mantenersi sempre in forma e non farsi prendere dallo sconforto, presto torneremo ad abbracciarci e nuotare finalmente insieme.”
 
Laura Letrari, atleta dal 2012 nell’Elite Team Speedo, ha partecipato alle Olimpiadi di Londra nel 2012 e nel 2015 ai Mondiali in Russia, conduce la quarantena nella sua casa ad Appiano insieme al suo fidanzato. “All’inizio avevo sottovalutato la situazione, ero in Spagna ad allenarmi ma quando sono tornata in Italia, ho avuto la reale visione di quello che stava accadendo. Mi ritengo molto fortunata a trascorrere questo isolamento con una persona a me cara per il supporto che ci diamo a vicenda”.
Laura predilige workout a corpo libero, ogni giorno il suo allenatore le fornisce delle schede, cura molto la parte del cardio e sono fondamentali per lei gli esercizi di stretching.
Invito tutte le persone a rimanere in casa  rispettando le regole imposte dal Governo, solo così potremmo finalmente tornare alle nostre vite.”
 
Piero Codia, atleta dell’Elite Team Speedo dal gennaio del 2019, vincitore dei Campionati Italiani a Riccione, qualificato per i Mondiali in vasca lunga in Korea nel luglio del 2019 e che ha partecipato nel dicembre del 2019 ai Campionati Europei a Glasgow, affronta il suo periodo di quarantena nella sua casa di Roma insieme alla sua fidanzata.
Fino alla scorsa settimana a Roma c’era la possibilità di allenarsi e giornalmente mi recavo nella piscina del Coni. Non ho sofferto così tanto il periodo di lockdown ma ora, trascorrendo la maggior parte del mio tempo tra le mura di casa, mi rendo conto di quanto mi manchi il contatto con l’acqua.” Piero affronta la sua quotidianità allenandosi attraverso delle schede fornite dal suo preparatore, principalmente effettua esercizi a corpo libero non avendo a disposizione l’attrezzatura adatta.
L’atleta di Speedo incita le persone a organizzare nel modo migliore possibile le proprie giornate, dedicando del tempo alla lettura di un libro e perché no, imparare una nuova lingua.
 
Speedo, leader mondiale dello swimwear, si ripropone di essere un canale di condivisione e congregazione per tutti gli amanti dell’acqua. Per questo motivo, infatti, l’azienda con l’aiuto dei suoi atleti ha creato un programma di Home Workout caratterizzato da 2 circuiti, visualizzabili sul profilo Instagram Speedo Italia, che comprendono 6 esercizi a corpo libero, una parte iniziale e finale di stretching e defaticamento, per una corretta e sana routine.
Questi allenamenti sono rivolti a tutte le persone che vogliono mantenersi in forma indipendentemente dal livello di preparazione.

Allenati anche tu con il team Speedo.

Le proposte consigliate dagli atleti dell’Elite Team Speedo per tornare presto ad allenarsi in vasca e godersi la stagione estiva con il massimo dello stile e comfort.
DIGITAL PLACEMENT U-BACK

Con una stampa di altissimo livello qualitativo, un fitting moderno che si sposa perfettamente con la stagione estiva, Speedo presenta Digital Placement U-Back.
Il costume ha uno scollo sulla schiena a U molto profondo per donare femminilità, un taglio medio/alto sulla gamba ed è realizzato con la tecnologia Endurance10, per garantire una resistenza sia al cloro che ai raggi solari che permette al capo di rimanere come nuovo, nuotata dopo nuotata.
Prezzo al pubblico consigliato: € 54,90

ALLOVER DIGITAL 14CM BRIEF

Il più amato dagli atleti, l’Allover Digital 14cm Brief offre una completa libertà di movimento, comfort e una vestibilità sicura.
Realizzato in tessuto resistente al 100% al cloro Endurance+, include una coulisse per il massimo della sicurezza dentro e fuori dall’acqua.
Prezzo al pubblico consigliato: € 39.90

About Speedo
SPEEDO, la sua storia, la storia del costume da bagno, la storia del nuoto. Nel 1914 il giovane scozzese Alexander MacRae, emigrato in Australia nel 1910, apre una fabbrica di abbigliamento intimo dal nome Manifatture MacRae Hosiery. Ben presto l’azienda cresce anche grazie alla produzione di costumi da bagno, e il nome cambia in MacRae Knitting Mills. Negli anni 20 il mercato del costume da bagno cresce rapidamente,grazie al riconoscimento del nuoto come disciplina sportiva, ed è in questi anni che MacRae presenta il costume Racerback, che permette maggiore libertà di movimento e consente a chi lo indossa di nuotare più velocemente. Tutto ciò ispira un membro dello staff, il capitano Parsons, che conia lo slogan “Speed on in your Speedos” e nel 1928 vengono prodotti i primi costumi a marchio Speedo. Dopo la fine della Seconda Guerra mondiale si gettano le basi per l’espansione internazionale: la Speedo Knitting Mills (Holdings) Ltd nel 1951 diventa una società quotata alla borsa di Sydney. La crescita globale di Speedo continua per tutti gli anni ’60 e nel vecchio continente nasce Speedo Europe, con sede a Londra. Le Olimpiadi in Messico, nel 1968, registrano il dominio del brand: 27 delle 29 medaglie d’oro sono vinte da atleti vestiti Speedo. Negli anni 70 Speedo inizia a produrre costumi in Nylon Elastane, ancora oggi un tessuto tra i più utilizzati. Prima che il secondo millennio finisca, Speedo lancia tre tessuti innovativi: il S2000, il primo tessuto al mondo ad ottimizzare l’idrodinamicità in vasca, l’endurance, che al contrario del Nylon non si degrada a contatto con il cloro della piscina e l’Aquablade, un tessuto utilizzato per i costumi da competizione. Speedo inizia il nuovo secolo con i fuochi d’artificio, lanciando un costume rivoluzionario: il Fastskin. La caratteristica vincente del design, ispirato alla pelle dello squalo, viene accolta con entusiasmo da nuotatori come Michael Phelps che in tre edizioni dei Giochi Olimpici (Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012) conquista 22 medaglie di cui 18 d’oro. Attualmente Speedo è di proprietà di Pentland Group Plc, e opera dal quartiere generale di Nottingham, Inghilterra.
Attualmente, il marchio SPEEDO® è registrato in 112 nazioni, di cui 7 distribuite da Oberalp SpA, con sede a Bolzano.
Avatar
Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *