PR & Influencer

FINOM e Klarna hanno creato le fatture più facili e veloci da pagare

  • Il nuovo bottone “paga ora” permette a chiunque di pagare una fattura elettronica, senza entrare e uscire dal proprio conto corrente e con pochi click

  • In Italia il 55% delle fatture dei professionisti viene pagato in ritardo. Per le PMI si arriva anche al 69%. Il nuovo strumento servirà a migliorare i flussi di cassa. Tutto grazie all’open banking, ma il sistema bancario è in ritardo

MILANO, 25/05/2021 – A tutti piace essere pagati più in fretta. Per questo la piattaforma di servizi finanziari B2B FINOM ha stretto una partnership tecnologica con Klarna, leader globale nei servizi di pagamento e di shopping online. L’obiettivo è quello di aiutare i professionisti e gli imprenditori a incassare più velocemente le proprie fatture, migliorando i flussi di cassa. Grazie all’utilizzo della tecnologia open banking di Klarna, infatti, FINOM ha sviluppato un nuovo modo, più veloce ed efficace, di pagare le fatture elettroniche, aggregando i dati bancari grazie all’utilizzo dei servizi AIS (Account Information Services) e PIS (Payment Initiation Service), nel pieno rispetto della direttiva sui servizi di pagamento PSD2.

Sembra complicato, ma in realtà è molto semplice. Si tratta di un tasto “paga ora”, che permette a chiunque riceva una fattura elettronica da un cliente FINOM di pagarla con pochi click o tap, senza doversi muovere avanti e indietro dalla fattura al proprio conto corrente. La fattura (o meglio la copia di cortesia della fattura) arriva infatti al cliente via link personale oppure via mail e l’intero processo di pagamento avviene all’interno dello stesso flusso. Grazie a questa integrazione con Klarna, il cliente può pagare la fattura semplicemente cliccando sul bottone “paga ora”, facendo l’accesso al proprio conto business e poi pagando direttamente la fattura. Tutto nello stesso flusso. Questo è uno dei super poteri dell’open banking e del multibanking! È facile, rapido e sicuro, perché i dettagli di accesso ai conti bancari sono sempre e comunque gestiti dalle banche in cui i conti sono aperti e non vengono mai condivisi né con FINOM né con Klarna.

“Nell’ultimo trimestre 2020 il 55% delle fatture professionali è stato pagato in ritardo, con punte del 71% in alcuni settori, come la ristorazione e il turismo. Ma anche le PMI faticano a farsi pagare in tempo: ad esempio in Umbria e in Sicilia il 69% delle fatture viene pagato oltre scadenza* – dichiara Antonio la Mura, Head of Business Italia per FINOM – Aiutare professionisti e imprese a migliorare il proprio flusso di cassa e a rimanere sul mercato è per noi una priorità. Per questo motivo abbiamo puntato all’integrazione con Klarna e siamo tra i primi in Italia a offrire questa nuova possibilità di pagamento delle fatture. Purtroppo, però, molte banche non sono ancora in linea con quanto stabilito dalla normativa PSD2. Per cui ci troviamo a offrire un servizio fintech estremamente innovativo, che può fare la differenza per tanti imprenditori e professionisti nel ridurre crisi di liquidità, ma che purtroppo è ancora rallentato da un sistema che fa fatica a stare dietro alla sempre più rapida innovazione richiesta dal mercato e dal regolatore europeo. È un problema diffuso non solo in Italia e spero sarà risolto il prima possibile”.

FINOM, inoltre, prosegue lungo la strada dell’integrazione dei servizi di Klarna nella propria piattaforma, con l’obiettivo di mettere a disposizione servizi finanziari semplici e innovativi, pensati appositamente per il B2B. Come lo strumento del multibanking, già disponibile per tutti gli utenti e che permette la connessione di più conti bancari, attraverso il pannello di controllo di FINOM.

 

Come funziona il nuovo bottone “paga ora”? QUI una breve guida passo passo.

* Dati elaborati dal Gruppo IREC a marzo 2021, utilizzando un campione nazionale di oltre 1000 professionisti e PMI, attivi in diversi settori produttivi.

 

***

 

FINOM

FINOM è una start-up internazionale ad alta innovazione, che attualmente eroga servizi finanziari online in Francia, Germania e Italia. Il quartier generale è ad Amsterdam (Olanda). FINOM è stata fondata nel 2019 e da allora la sua missione è quella di semplificare la vita di imprenditori e professionisti, che sono la spina dorsale dell’economia europea. FINOM è una piattaforma finanziaria B2B e al 100% digitale, direttamente creata da professionisti e imprenditori per professionisti e imprenditori. In Italia offre servizi di fatturazione elettronica e di gestione aziendale. La start-up ha già raccolto 16.8 milioni di euro di investimenti nel 2020. Il principale investitore è Target Global, un fondo d’investimento internazionale con base a Berlino. Secondo sifted.eu ed eustartups.com, FINOM è tra le top startup olandesi da seguire nel 2021. Per maggiori informazioni, visitare: https://invoicing.finom.it/

 

Klarna

Rendiamo lo shopping smoooth. Con Klarna, i consumatori possono comprare ora e pagare dopo, così da poter avere subito ciò che desiderano. L’offerta di Klarna ai consumatori e ai rivenditori include pagamenti, social shopping e finanziamenti personali. Oltre 250.000 commercianti, tra cui H&M, IKEA, Expedia Group, Samsung, ASOS, Peloton, Abercrombie & Fitch, Nike e AliExpress, hanno già aderito all’innovativa esperienza di acquisto online e in store di Klarna. Klarna è una delle fintech private di maggior valore a livello globale, con una valutazione di 31 miliardi di dollari. Klarna è stata fondata nel 2005, conta oltre 4.000 dipendenti ed è attiva in 17 Paesi. Per maggiori informazioni visita il sito klarna.com/it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *