PR & Influencer

FASE FINALE PER IL CONCORSO “CANTA TU MA CANTA CASA”: SELEZIONATI I 10 FINALISTI

Sono stati oltre 60 i “novelli parolieri” che da tutto il Veneto hanno approfittato della lunga permanenza tra le mura domestiche per cimentarsi nella scrittura di un testo per partecipare a “Canta tu ma canta casa”, il concorso dei Los Massadores per premiare il testo più bello scritto durante il forzato periodo di permanenza a casa. Il brano vincitore sarà musicato ed eseguito dai Los Massadores e diventerà parte del loro repertorio.

65 dunque i componimenti arrivati da ogni angolo del Veneto, da Verona a Portogruaro, da Valdagno a Padova, fino a Porto Viro ed Arsiè, testi che parlano soprattutto di Coronavirus e di questo periodo surreale, con paura, con speranza e con ironia, ma non solo. Testi surreali, proposte di matrimonio e racconti di vita quotidiana: la quarantena ha comunque scatenato l’ispirazione delle persone.

Solo uno, però, sarà il vincitore: la giuria dei Los Massadores ha selezionato i 10 testi finalisti, che da oggi fino alle 15:14 dell’8 aprile 2020 potranno essere votati on-line, sulla pagina Facebook dei Los Massadores, cliccando “Mi piace” sul video preferito.

Eccoli di seguito:

La libertà – Nicole da Mussolente

Pescaore – Alby Morsa da Portogruaro

Sotoparon – Francesco Quarto da Riese Pio X

Marinaio di Cittadella – Francesco Omesti da Padova

Ferramenta – Alessio Ferronato da Treviso

Vita di melma – Andrea De Faveri da Alano di Piave

Casoin – Claudia Badiale da Cavarzere

Kasko par tera – Claudio e Luca Cuzziol da Salgareda

La città che non c’è – Anonima Futbal Club da Rovigo

Generation Loss – Alberto Cendron da Silea

 

E’ il 1° aprile e questo è l’ennesimo brutto scherzo che i Los Massadores stanno tirando alla musica…

Avatar
Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *