PR & Influencer

Coronavirus, le iniziative del Comune di Roncade e della Fondazione Città di Roncade per aiutare i cittadini più fragili

Emergenza coronavirus, il Comune e la Fondazione Città di Roncade rispondono con una serie di iniziative di aiuto ai cittadini più fragili. Per ridurre gli spostamenti sul territorio comunale e agevolare le persone più anziane o in difficoltà l’assessore alle attività produttive Loredana Crosato ha chiesto agli esercizi commerciali aperti, che forniscono dunque beni di prima necessità, di rendersi disponibili a recapitare, gratuitamente, i prodotti a domicilio. Sono già una quindicina le attività di Roncade, Biancade e San Cipriano che hanno aderito all’iniziativa già soprannominata “la spesa a casa”. Si va dalle macellerie fino ai supermercati, alla latteria, ai panifici. Per conoscere l’elenco completo, che sarà costantemente aggiornato, è sufficiente consultare i canali istituzionali del Comune (sito internet, Facebook e Whatsapp). Le prenotazioni, le consegne e i pagamenti saranno gestiti direttamente dai commercianti aderenti, sempre nel rispetto delle misure sanitarie contenute nel DPCM.

“Vorrei ringraziare tutte le attività che, nel rispetto delle disposizioni contenute nel DPCM, stanno aderendo a questa iniziativa – commenta il sindaco Pieranna Zottarelli – In queste ore stiamo ricevendo molte adesioni con le quali aggiorneremo l’elenco presente nei canali ufficiali del Comune. Una raccomandazione: la richiesta va fatta possibilmente una sola volta per coprire il fabbisogno settimanale. Questo per consentire a un numero più ampio possibile di cittadini di accedere al servizio. La comunità di Roncade – chiude – non perde occasione per dimostrare il suo forte senso di appartenenza e il suo essere solidale”.

L’iniziativa, rivolta a tutti i cittadini, fa il paio con la proposta della Fondazione Città di Roncade realizzata in collaborazione con la Cooperativa Promozione e Lavoro che gestisce attualmente la Casa di Riposo, d’intesa con l’assessore ai servizi sociali Sergio Leonardi.

“Anche la Fondazione vuole provare a dare un supporto concreto alle persone anziane, con disabilità, o prive di un’adeguata rete familiare residenti nel Comune – dichiara la Presidente Simonetta Rubinato – Attualmente è già in atto il servizio di consegna dei pasti a domicilio, dal lunedì al venerdì, che può essere ancora più prezioso in questa fase legata all’emergenza. Abbiamo inoltre messo a disposizione una linea telefonica appositamente dedicata alle persone ultrasessantacinquenni fragili, o con disabilità, che vivono sole, alla quale possono segnalare problematiche o bisogni. Questo servizio ci consentirà anche di cogliere l’esistenza sul territorio di altre necessità sociali, per le quali potremo poi valutare di strutturare ulteriori servizi di assistenza e di sollievo per le persone in difficoltà”.

Il numero dedicato dalla Fondazione al nuovo servizio è 338 78 06212 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30, il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *