PR & Influencer

CASTELFRANCO VENETO SI TINGE DEL TRICOLORE: IN 500 PER I CAMPIONATI ITALIANI DEI 10 KM

 
Comunicato Stampa

 

 

Domani, sabato 3 settembre, in centro storico, il prestigioso appuntamento che assegna i titoli nazionali. Tra i favoriti, il campione uscente Iliass Aouani, Pietro Riva e Yohanes Chiappinelli. Nella gara femminile la tricolore 2021 Sofiia Yaremchuk e la vicentina Rebecca Lonedo. Partenza e arrivo in Piazza Giorgione. Otto maglie tricolori in palio, ma si correrà anche per il campionato italiano di società (al via anche il bronzo mondiale Oscar Chelimo). Inizio alle 17

 

Castelfranco Veneto (Treviso), 2 settembre 2022 – Castelfranco Veneto, con il suo splendido cuore storico, è pronta ad accogliere le stelle dei campionati italiani assoluti, promesse e juniores dei 10 km di corsa su strada, evento che domani – sabato 3 settembre – a partire dalle 17, assegnerà anche i titoli individuali per la categoria allievi (10 km al maschile e 6 al femminile), oltre a costituire la seconda prova del campionato italiano di societàGli iscritti sono 484: 348 uomini e 136 donne. Circa 170 le società rappresentate al via. Otto, invece, i titoli italiani individuali in palio (assoluti, promesse, juniores e allievi, sia maschili che femminili). La manifestazione è organizzata da due storiche società della Marca, il Gruppo Atletica Vedelago e l’Us Atletica Quinto Mastella, che nell’affrontare l’impegnativa sfida tricolore hanno trovato il pieno supporto del Comune di Castelfranco Veneto. Un pomeriggio da non perdere, che promette emozioni nel confronto tra atleti – in gara anche alcuni reduci dai Mondiali di Eugene e dagli Europei di Monaco di Baviera – e sotto il profilo cronometrico.

 

LE STELLE MASCHILI – Castelfranco Veneto è pronta ad applaudire il campione italiano uscente  Iliass Aouani, che ha deciso di difendere il titolo vinto l’anno scorso a Forlì, pur non essendo al massimo della forma. Il milanese delle Fiamme Azzurre – quattro volte tricolore nella passata stagione (cross, 10.000 metri in pista, 10 km su strada e mezza maratona), reduce dalla maratona degli Europei di Monaco di Baviera (19° in una gara penalizzata dai crampi) dopo aver debuttato sulla distanza in primavera a Milano in 2h08’34” – sfiderà Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), bronzo europeo nei 3000 siepi a Berlino 2018 e argento tricolore nel 2021 a Forlì, e Pietro Riva (Fiamme Oro), quinto nei 10.000 metri agli Europei di Monaco di Baviera (dove ha portato il personale a 27’50”51) e martedì a Rovereto sceso a 13’22”73 nei 5000. Riva e Chiappinelli sono anche i primatisti italiani dei 10 km su strada: il riferimento è il 27’50” che Riva ha corso il 19 marzo a Laredo, in Spagna, e Chiappinelli ha eguagliato il 25 agosto ad Arezzo.  Da seguire poi Pasquale Selvarolo (Fiamme Azzurre), 28’30”35 nella Coppa Europa dei 10.000, e Marouan Razine (Esercito), autore a metà giugno del personale sui 5000 con 13’24”91, oltre a Badr Jaafari (Atl. Casone Noceto), Nadir Cavagna (Fiamme Azzurre), Michele Fontana (Aeronautica) e il bronzo 2021 Giuseppe Gerratana (Aeronautica), mentre non sarà presente Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto) bloccato da un problema fisico. Al via per il campionato di società diversi africani tra cui l’ugandese Oscar Chelimo (Atl. Casone Noceto), bronzo mondiale dei 5000 a Eugene, atteso venerdì sera in Diamond League a Bruxelles. Tra gli under 23 il romano Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane) difende il titolo, in una gara che attende anche Alain Cavagna (Atl. Valle Brembana), Zouhir Sahran (Milone Siracusa), il siepista Abderrazzak Gasmi (Toscana Atl. Futura) e l’ex campione juniores Nicolò Gallo (Atl. Mondovì Acqua San Bernardo). Il tricolore juniores dei 5000 metri Stefano Benzoni (Atl. Valle Brembana) ha già vinto su strada l’anno scorso tra gli allievi ma, per il titolo under 20, dovrà vedersela con il campione del cross Elia Mattio (Pod. Valle Varaita), che quest’anno ha trionfato agli Europei di corsa in montagna, e con il compagno di club Matteo Bardea (Atl. Valle Brembana). Tra gli under 18 scattano con i favori del pronostico il tricolore di cross Francesco Ropelato (Us Quercia Trentingrana), Francesco Mazza (Atl. Saluzzo) e Nicola Morosini (Us Rogno).

 

LE STELLE FEMMINILI – Sofiia Yaremchuk (Esercito) va a caccia del bis tricolore dopo il successo ottenuto nel 2021 a Forlì.  Nata in Ucraina e italiana dalla fine del 2020, Yaremchuk è proiettata verso le gare più lunghe, dopo i progressi mostrati in primavera nella mezza maratona (1h09’09”), ma la gara di Castelfranco Veneto rappresenta un obiettivo importante della sua stagione. Tra le rivali più accreditate per il titolo assoluto, due azzurre della Coppa Europa dei 10.000 metri, la vicentina Rebecca Lonedo (Fiamme Oro), bronzo tricolore 2021, attesa dal debutto in maratona sotto la guida dell’olimpionico Stefano Baldini, e Giovanna Selva (Sport Project Vco). Nella lotta per il podio proveranno a inserirsi anche la bellunese Gaia Colli (Atl. Valle Brembana), più volte quest’anno sul podio tricolore, e l’emergente molisana Letizia Di Lisa (Gs Virtus), seconda nei 5000 agli Assoluti, senza dimenticare Maria Chiara Cascavilla (Aeronautica), rientrata dopo un lungo stop. Tra le belle notizie, il ritorno di Federica Sugamiele a quasi un anno dall’incidente stradale che l’aveva costretta a un periodo di inattività, per le fratture al bacino riportate. La siciliana della Caivano Runners ha ripreso a correre in modo graduale dalla scorsa primavera e ha deciso di gareggiare a Castelfranco, seppur non al massimo della condizione. Per il podio under 23, con Giovanna Selva, altre due campionesse europee di categoria per team nella corsa campestre come la trevigiana Michela Moretton (Atletica Ponzano) e Sara Nestola (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera), ma anche la vicentina Giulia Marangon (Atl. Vicentina). Tra le juniores riflettori puntati sulla valdostana Axelle Vicari (Sisport), che dopo il bronzo continentale nel “mountain running” si è aggiudicata il titolo italiano dei 5000. Attenzione poi a Greta Settino (Toscana Atl. Empoli Nissan) e all’ex campionessa under 18 Adele Roatta (Atl. Mondovì Acqua San Bernardo). Tra le allieve, impegnate sui 6 chilometri, le azzurrine Sofia Cafasso (Battaglio Cus Torino), Elisa Maglione (Atl. Ponzano), Giulia Bernini (Toscana Atl. Empoli Nissan) e Ginevra Di Mugno (Acsi Italia Atletica).

 

IL PERCORSO – L’omologazione del percorso tricolore è stata effettuata mercoledì 24 agosto dal misuratore internazionale Aims-Iaaf di grado A, Massimo Grandi, accompagnato dal giudice di gara Enzo Maoret. Il tracciato si svilupperà per 2.451 metri, offrendo uno spettacolare colpo d’occhio sulle mura medievali che cingono il cuore storico della città. Per ogni gara sui 10 km sono previsti quattro giri: partenza e arrivo saranno in Piazza Giorgione, ma non coincideranno (lo start sarà all’altezza del Bar Borsa, il traguardo 200 metri più avanti), così da permettere il raggiungimento della distanza standard. Per le allieve, categoria impegnata sulla distanza di 6 km, sono previsti tre giri su un percorso ridotto. Dopo lo start in Piazza Giorgione, la prima parte del tracciato si svilupperà all’esterno delle mura. Gli atleti, correndo in senso antiorario, transiteranno in via Filzi e in via Roma. Quindi svolteranno a destra per Borgo Pieve e imboccheranno via Puccini, sino a sbucare nel lungo rettilineo alberato di viale Battisti. Da qui, la gara proseguirà in Borgo Treviso e in via Riccati, svolterà a sinistra per via San Giacomo, attraverserà Piazzetta Fusinato e approderà in Corso XXIX Aprile, l’ultimo rettilineo prima di arrivare nuovamente in piazza. Il tracciato è piatto e veloce, l’unica variazione di pendenza, tanto breve da risultare quasi impercettibile, è costituita dal ponte sul Musonello, che gli atleti incontreranno nel finale di ogni giro.

 

IL PROGRAMMA – Il pomeriggio tricolore prevede quattro partenze. Il primo start sarà alle 17 e riguarderà la gara allieve, l’unica a disputarsi sulla distanza di 6 km. Alle 17.45 toccherà agli allievi. Seguirà, alle 18.45, la gara femminile assoluta e, alle 19.45, la prova maschile assoluta. Queste ultime due gare, oltre ai titoli assoluti, assegneranno le maglie tricolori delle categorie promesse (20-22 anni) e juniores (18-19 anni). Ci sono tutte le premesse per un grande spettacolo, tinto d’azzurro e incoronato dal tricolore.

 

CORRONO CON NOI – Il comitato organizzatore dei Campionati Italiani dei 10 km ringrazia per il supporto la Regione del Veneto, i Comuni di Castelfranco Veneto, Quinto, Vedelago, Zero Branco e i seguenti partner: Adriatica Strade, Mastella, BCC Terre Venete, Stiga, Prodeco Pharma, Lattebusche, Lythe Informatica, Germinal Bio, Iris, Padana Rottami, Gazzola Trucks, Piterpan, Bellla e Monella.

 

ISCRITTI

In allegato, foto dei campioni italiani uscenti Iliass Aouani (n.1) e Sofiia Yaremchuk, in azione sulle strade della gara tricolore 2021 di Forlì (si richiede cortesemente la citazione del credito: FEDELI).      

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *