PR & Influencer

Poker, il sogno americano

Anche se molti di noi magari non hanno idea di come si giochi, sicuramente abbiamo sentito nominare il gioco del poker: i tavoli dei casinò di Las Vegas nei film o qualche conoscente che si diletta con gli amici attorno a un tavolo o direttamente online. Come usare il poker senza deposito non è più un segreto per nessuno, tant’è vero che questa fetta di mercato videoludico cresce sempre di più.

L’evoluzione dei servizi online ci ha reso possibile vivere tantissime esperienze diverse, tant’è vero che già in passato vi abbiamo parlato di come i giochi in versione live siano ormai una scelta immancabile praticamente per qualsiasi sito e, tra questi, troviamo anche sempre tante modalità diverse di poker.

Poker, come nasce il mito

Sebbene le origini del gioco siano in realtà molto fumose, si tende a collegare questo gioco di carte all’America e, più nel dettaglio, alla città di New Orleans. È infatti qui che l’attore britannico Joseph Crowel lo segnala per la prima volta, parlando di un gioco con 20 carte e 4 giocatori che scommettono l’uno contro l’altro per indovinare chi ha la combinazione vincente.

La prima testimonianza scritta è un libro del 1843 dal titolo “An Exposure of the Arts and Miseries of Gambling”, che parla della sua diffusione fino al Mississippi. Da qui si iniziano ad usare le 54 carte francesi con i colori e nascono diverse varianti, come il draw poker, lo stud poker e il community card poker.

Le specialità di poker più famose

Quando si parla di differenti specialità si poker si fa riferimento a delle vere e proprie regole deputate alla gestione del gioco e a come si determina effettivamente chi ha le carte vincenti. Tra le più famose possiamo trovare:

  • Texas Hold’em, è in assoluto la più giocata al mondo e si trova dappertutto, virtualmente o meno. La sua popolarità è dovuta alle ampie possibilità di manovra del giocatore, dalle diverse strategie applicabili per vincere e per come riesce ad essere avvincente anche per gli spettatori non direttamente coinvolti nel gioco;
  • Omaha, che è in realtà abbastanza simile alla Texas Hold’em che permette però di essere giocata anche in versione Hi/Low, che premia sia la mano vincente che quella perdente;
  • 7 Card Stud, dov’è previsto che alcune delle carte in mano al giocatore siano visibili anche agli avversari, ed è una variante davvero apprezzata da quei giocatori che amano molto l’aspetto strategico di questo gioco;
  • Razz, nata dal 7 Card Stud non è in realtà molto popolare, ma ha la particolarità di funzionare al contrario, ossia si premia solo la mano più bassa!

Il poker sportivo

Il poker però non è solo un gioco, per alcuni è un vero e proprio sport ed è a tutti gli effetti l’unica modalità di gioco che non rientra nel gioco d’azzardo. Nel poker sportivo vengono organizzati dei veri e propri tornei che vengono definiti in maniera diversa in base a come vengono organizzati e come iniziano:

  • sit & go, che potremmo tradurre come “siediti e vai”, che inizia quando tutti i posti previsti vengono occupati dai giocatori;
  • MMT, Multi Table Tournament, ossia “torneo multitavolo”, che si riferisce invece a quei tornai con partecipanti ed orari di inizio già stabiliti.

In entrambi i casi si paga una quota di iscrizione che in parte verrà distribuita nel montepremi ed in parte verrà trattenuta dall’organizzatore, che può essere il casinò fisico o la poker room online.

Per gli appassionati di questo gioco di carte insomma le possibilità non sono infinite, ma quasi, e basta sapersi guardare attorno per trovare senza dubbio la partita adatta a qualsiasi giocatore, nuovo o esperto che sia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *