PR & Influencer

Il ritorno del gioco legale negli Stati Uniti

Una vera e propria svolta per il mondo del gambling online negli Stati Uniti, il Senato dello stato di New York ha infatti approvato la proposta di bilancio dell’assemblea statale che include una tassa di licenza per le scommesse sportive.

 

Negli Stati Uniti il rapporto con il gioco d’azzardo è sempre stato particolare. Se il governo federale, di fatti, è ben predisposto di consentire alla popolazione americana di acquistare in totale libertà biglietti della lotteria, non ha la stessa elasticità verso coloro che hanno intenzione di investire il proprio denaro in un tavolo da poker online o su piattaforme di slot machine online.

 

“C’è da dire che oggi la situazione è decisamente cambiata in meglio per chi opera nel settore”, commenta Luciani di Slotmania, caporedattore di questo blog. “I dati diffusi da American Gaming Association già nel 2014 – spiega l’esperto in gambling di Slotmania – avevano dimostrato come il settore del gioco online avesse avuto un impatto decisivo sulla situazione economica in America. Il gioco d’azzardo ha comportato l’impiego diretto di 570mila persone e ha creato 1,7 milioni di posti di lavoro legati al comparto. Inoltre conta un fatturato annuo di oltre 80 miliardi dollari; 38 miliardi dollari in dollari di tasse, 102 miliardi dollari in impatto economico diretto, 240 miliardi dollari in impatto economico totale. Cifre troppo importante affinché il governo federale le ignorasse, perché la ripresa dell’economia ha certamente preso il sopravvento su tutte le obiezioni morali e anti-criminali che limitavano il settore”.

 

Lo State Gaming Commission inoltre ha pubblicato i dati relativi allo stato di New York. Dall’analisi si è notato un importante aumento degli incassi sia per le scommesse e sia per i casinò, addirittura il doppio per le prime che sono passate dagli 1,3 milioni di dollari del 2019 ai 2,6 milioni di dollari del 2020. La NFI, sport nazionale americano per eccellenza, è quello su cui si concentrano maggiormente le scommesse degli appassionati.

 

Infine un altro passo decisivo è stato compiuto dallo stato di New York: l’accordo raggiunto prevede un aumento temporaneo delle tasse sui redditi per chi guadagna oltre 1,1 milioni al 9,65% dall’8,2% vengono inoltre create due nuove aliquote: chi guadagna più di 5 milioni l’anno avrà un tassa sul reddito al 10,3%, chi ne guadagna più di 25 milioni del 10,9%. Una scelta importante, che rende una repubblica federale così innovativa su innumerevoli punti di vista, anche la nuova frontiera del Gambling.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *