PR & Influencer

DIALOGHI SULLA PESTE E LA PANDEMIA. IL GIORNALISTA FRANCESCO JORI A CASTELFRANCO PER LA MOSTRA ‘CONTAGIO’ Castelfranco Veneto, Teatro Accademico, giovedì 22 luglio 2021 ore 20.30

Si avviano alla conclusione gli incontri della rassegna con studiosi e pensatori legata alla mostra Contàgio. Le carte della peste e la pandemia, allestita presso il Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto: una mostra in cui antichi documenti d’archivi, dipinti, stampe, fotografia e cultura materiale dialogano con il tempo presente per aiutarci a comprenderlo.

A chiudere la rassegna di incontri, cha ha già visto ospiti del Museo castellano Chiara Frugoni, Sabrina Minuzzi, Sergio Givone, Telmo Pievani, Manlio Brusatin e Carlo Ginzburg, sarà il giornalista, Francesco Jori, che incontrerà il pubblico presso il Teatro Accademico di Castelfranco giovedì 22 luglio alle ore 20.30 (prenotazione obbligatoria: info@museocasagiorgione.it oppure 0423 735626).

Francesco Jori nato a Padova nel 1946, si è laureato in Scienze Politiche all’Università degli studi di Padova ed è Giornalista professionista dal 1967.  La sua carriera ebbe inizio al “Resto del Carlino” per poi passare alla Provincia di Padova e in seguito nel 1978 al “Mattino di Padova” e, dal 1979, al “Gazzettino”, di cui è stato inviato speciale, vice-direttore, e responsabile dell’inserto quotidiano Nordest. Dal 2006 è editorialista dei quotidiani locali del gruppo “L’Espresso” e ha tenuto numerosi corsi di formazione sulla comunicazione e sul giornalismo anche a livello universitario.         Si è occupato della politica italiana e estera, seguendo da inviato speciale numerosi avvenimenti tra cui la caduta del muro di Berlino e l’attentato terroristico alle Torri Gemelle di New York. Due premi importanti che ha riscosso il Premio Rizzi alla carriera giornalistica 2014 e il Premio alla carriera Ordine giornalisti del Veneto 2018.

Francesco Jori ha vissuto la vicenda Covid sotto un duplice profilo: giornalista e paziente, con lungo e faticoso ricovero. Una testimonianza lucida e autentica che completerà, arricchendolo, il quadro di riflessioni e spunti offerto dalla rassegna di incontri.

Un ultimo fine settimana dunque, a partire dall’apertura straordinaria del museo giovedì 22 luglio (dalle 16 alle 20.30), per visitare la mostra CONTAGIO, che resterà aperta venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 18. Altre due imperdibili occasioni per partecipare alle visite guidate: giovedì 22 alle ore 18 e domenica 25 alle ore 16 (prenotazione obbligatoria). Un ultimo annuncio a sorpresa, infine, che verrà rivelato durante la serata.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *