One.Tray, con le rivoluzionarie ceste per i controlli di sicurezza, entra nel network di Endeavor Italia

Il giovane team di One.Tray, la società che ha rivoluzionato i controlli di sicurezza in aeroporto sviluppando la prima cesta ultra leggera, brandizzabile e flyer-friendly, entra a far parte delnetwork di Endeavor Italia, l’associazione non-profit che seleziona imprenditori ad alto potenziale e li aiuta a scalare a livello globale.

Federico Kluzer (Managing Director), Alessandro Pedote (Operations Director) e Andrea Guffanti (Business Development Director), sono i tre giovani italiani che hanno passato la selezione di Endeavor Global e che avranno ora accesso a capitale, talento e mercati globali.

Endeavor Italia, la principale associazione al mondo che seleziona imprenditori di grande valore per aiutarli a sviluppare il loro business durante la fase di espansione (scale up), annuncia l’ingresso nel network italiano del team di One.Tray, la società che ha sviluppato la prima cesta pensata ad hoc per i controlli di sicurezza in aeroporto, ultra leggera, interamente brandizzabile e flyer-friendly, con lo scopo di rendere l’esperienza di viaggio più piacevole.

A passare la selezione durante l’International Selection Panel (ISP) di Endeavor Global che si è da poco concluso a Sofia sono stati i tre giovani imprenditori di One.Tray: Federico Kluzer, Managing Director, Alessandro Pedote, Operations Director, e Andrea Guffanti, Business Development Director.
L’ISP rappresenta l’ultimo step di un percorso di selezione rigoroso: la valutazione finale è affidata da parte di un panel internazionale composto da Venture Capitalist e imprenditori di successo provenienti da tutto il mondo che analizzano la strategia di business e il potenziale di crescita delle aziende proposte, oltre che le capacità personali degli imprenditori stessi.

 

Chi sono gli imprenditori di One Tray

Laureato in Economia presso la School of Oriental and African Studies e la London School of Economics, Federico Kluzer nel 2014 fonda One.Tray insieme ad Alessandro Pedote, precedentemente fondatore di ‘Kaymu’ in Nigeria, il primo online marketplace del Paese. Nel giugno 2016 al team di One.Tray si aggiunge Andrea Guffanti, classe 1991 e laurea in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano e in Ingegneria Meccanica e dell’Automazione presso la Tongji University di Shangai in Cina.

 

One.Tray ha ideato la prima cesta ultra leggera, flyer-friendly, interamente brandizzabile, per i controlli di sicurezza in aeroporto. A pochi mesi dalla sua nascita, One.Tray entra nel programma di accelerazione lanciato da Università Bocconi e Camera di Commercio, SpeedMiUp, per trasformarsi da semplice idea a business vero e proprio.  

 

Nel giro di poco più di tre anni, One.Tray si afferma come case-history di successo con una presenza in 18 tra i principali aeroporti italiani –  i primi sono stati Milano e Roma attraverso gli accordi con SEA e ADR – che coprono un volume di circa 150 milioni di passeggeri all’anno, pari a circa il 90% del totale traffico passeggeri generato dal sistema Italia.

 

Oltre a contribuire a rendere l’esperienza di viaggio più piacevole, One.Tray offre alle aziende una piattaforma comunicativa unica, che associa il loro brand ad un servizio migliore, in esclusiva, in un rapporto one-to-one con il proprio target di riferimento, all’interno di un contesto ‘premium’ come quello aeroportuale. Dopo il successo del primo modello di cesta, è stata sviluppata una seconda versione del prodotto, realizzata con materiale composito molto leggero, resistente, in grado di supportare la tecnologia RFID per comunicare con l’esterno e con uno spessore ridotto, che consente una maggiore trasparenza ai raggi X.

 

Innovazione non significa soltanto computer, smartphone e app: per questo abbiamo voluto premiare gli imprenditori di One.Tray, che da anni lavorano per migliorare e trasformare il funzionamento dei controlli e della sicurezza in aeroporto, un settore di fondamentale importanza che tocca in modo diretto milioni di persone”, ha spiegato Raffaele Mauro, Managing Director di Endeavor Italia. “Endeavor Italia fornirà ora a Kluzer, Pedote e Guffanti supporto per l’accesso a capitale e talento, aiutando One.Tray ad aprirsi ad altri mercati e proseguire sulla strada dell’internazionalizzazione”.

 

“In questi mesi abbiamo conseguito degli obiettivi molto importanti, lavorando sulla scalabilità del business e la sua internazionalizzazione”,  ha dichiarato Federico Kluzer, Managing Director di One.Tray. “Parallelamente, abbiamo continuato ad investire nella piattaforma produttiva e nell’innovazione di prodotto. L’ingresso in un network così prestigioso come Endeavor ci rende particolarmente orgogliosi. Crediamo – conclude Kluzer – sia reciprocamente molto interessante, da un lato perché avremo accesso ad un network globale e di grande qualità; dall’altro perché potremo contribuire alla creazione di nuove opportunità di business, in un settore strategico e dinamico come quello del trasporto aereo, con l’obiettivo costante di migliorare l’esperienza del passeggero”.

 

Federico Kluzer, Alessandro Pedote e Andrea Guffanti vanno ad aggiungersi agli altri 11 imprenditori italiani selezionati in un anno da Endeavor Italia: Davide Dattoli di Talent Garden, la più grande rete europea di spazi di coworking con 18 campus in 6 Paesi europei (Italia, Spagna, Albania, Romania, Lituania e Austria) e un’espansione costante su scala internazionale; Matteo Lai di Empatica,  che progetta e sviluppa i più piccoli e precisi wearable device al mondo per il rilevamento di segnali fisiologici nella vita quotidiana; Simone Maggi e Riccardo Schiavotto di Lanieri, il primo e-commerce italiano dedicato all’eleganza maschile tutta Made in Italy; Luca Rossettini di D-Orbit, società che sviluppa tecnologie per il posizionamento di satelliti; Davide D’Atri di Soundreef, società che si occupa di raccolta e gestione dei diritti d’autore; Bruno Garavelli di Xnext®, l’azienda che ha sviluppato il più avanzato sistema di identificazione real-time di corpi estranei e contaminanti; Paolo Galvani e Giovanni Daprà di Moneyfarm, una delle più importanti società europee di gestione del risparmio digitale; Federico Sargenti di Supermercato24, il primo player italiano della spesa online con consegna a casa anche entro un’ora; Ugo Parodi Giusino di Mosaicoon, il managed marketplace che ha rivoluzionato l’ambito della creatività video.

About Endeavor Italia

Endeavor Italia nasce nel 2016 grazie a una rete locale di donatori e fa parte di Endeavor Global, l’organizzazione non-profit che dal 1997 supporta imprenditori ad “alto potenziale” nell’accesso a talento, mercati e capitali su scala globale attraverso il proprio network. Ad oggi Endeavor ha selezionato oltre 1.512 imprenditori in 30 paesi che hanno generato 650.000 posti di lavoro per un fatturato complessivo, nel solo 2016, di 10 miliardi di dollari.

Per informazioni: www.endeavoritaly.org

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *