L’ARMONIA DELLA VARIETÀ NELLA REGIONE DI INNSBRUCK

Delle montagne altissime. Una città forte. Una regione ricca di fascino. La straordinaria varietà che caratterizza la regione di Innsbruck non è semplicemente un concetto vuoto: è reale e concreta, data dalla perfetta compenetrazione di una città dall’indole vivace e piccoli paesi dall’autentico carattere contadino. È una varietà che si dispiega in un raggio di 30 minuti di percorrenza, compresa tra il caratteristico Tettuccio d’Oro e paradisi alpini del freeride. Una varietà che si rispecchia sia nelle facciate in vetro degli emblemi architettonici contemporanei, che nello scintillio degli alberi di Natale che decorano i tradizionali mercatini di Natale.

 

Punto d’incontro tra città e campagna

La regione di Innsbruck comprende, appunto, Innsbruck, città capitale dello stato federato austriaco del Tirolo, nonché i numerosi paesi sparsi nei dintorni, adagiati su un soleggiato terrazzamento a media montagna da cui godono di una splendida vista sulla città. Un poco più a ovest, la valle Inntal ospita altre idilliache località, che si spingono fino all’ingresso della valle Ötztal. Paesi piccoli e raccolti, natura grande e incontaminata: una descrizione che si adatta perfettamente anche alla valle Sellraintal, che sbocca nell’accogliente paese di Kühtai a quota 2.020 metri. La regione di Innsbruck comprende, infine, anche l’altopiano di Mieming, che assicura agli ospiti “l’estate più lunga del Tirolo” e innumerevoli attrazioni naturalistiche.

 

Punto d’incontro tra stile urbano e carattere alpino

Qui vivace attività cittadina, là solitudine montana sotto lo sguardo vigile delle aquile reali. Shopping elegante nel centro commerciale Rathausgalerien ideato da Dominique Perrault oppure in un piccolo negozietto del centro storico. E, a sola mezz’ora di distanza, i gracchi alpini volano attorno a cime alte oltre 2.000 metri, mentre sotto di loro vie ferrate, piste da sci e suggestivi percorsi escursionistici invitano ad una sana ed appassionante attività sportiva.

 

Punto d’incontro tra freeride e golf

Innsbruck è un vero paradiso degli sport invernali, tanto che i cerchi olimpici hanno onorato, per ben tre volte, la sua grande competenza in questo settore. Nel 1964 e nel 1976 la città ha infatti ospitato i Giochi Olimpici Invernali, nel 2012 i Giochi Olimpici Giovanili Invernali. Ogni anno eventi sportivi di vario genere entusiasmano il pubblico riunito presso la pista olimpica per bob e slittino o nei palaghiaccio dell’OlympiaWorld. Un classico ormai di casa a Innsbruck? Gli entusiasmanti salti con gli sci dal trampolino del Bergisel nell’ambito del Torneo dei Quattro Trampolini. I grandi eventi di ciclismo su strada, come la finale del Tour of the Alps (aprile 2018) o il campionato mondiale di ciclismo
(settembre 2018) sono altri appuntamenti che portano la regione di Innsbruck al centro degli appuntamenti sportivi
internazionali. Altre imperdibili manifestazioni saranno il campionato del mondo di arrampicata (settembre 2018), il campionato mondiale di sci nordico (2019) e i Winter World Masters Games (2020).

 

Punto d’incontro tra uomo e natura

L’Olympia SkiWorld comprende nove comprensori sciistici. Ma anche gli appassionati di escursionismo e mountain bike troveranno ciò che fa per loro: il parco naturale del Karwendel, la riserva naturale più grande dell’Austria, si trova letteralmente a due passi. Qui si dispiegano 115 km di comprovati tracciati di mountain bike dedicati a chi ama pedalare in montagna, mentre l’Innradweg, la pista ciclabile lungo il fiume Inn, è ideale per un’agevole passeggiata su due ruote. Il Bikepark Innsbruck soddisferà i desideri di tutti gli appassionati, proponendo tanto tracciati ideali per principianti e famiglie, quanto percorsi dedicati al downhill più sfrenato, alla snowbike e alla fatbike. A tutto questo si aggiungono anelli per sci di fondo, vie di arrampicata, palestre di bouldering, piste per slittino e molto altro ancora. 

 

 

Punto d’incontro tra tradizione e contemporaneità

A Innsbruck, arte, cultura e usanze tipiche trovano espressione tutto l’anno, nel corso di numerose manifestazioni sapientemente organizzate. Mercatini di Natale, transumanze con discese dagli alpeggi, oppure i seducenti Concerti Promenade sotto il cielo stellato nel cortile interno del palazzo imperiale Hofburg: a questi eventi caratteristici si aggiungono imperdibili appuntamenti culturali come il tradizionale Festival della Musica Antica o festival musicali d’avanguardia come il Klangspuren o il New Orleans-Jazz.

 

Punto di incontro tra storia e design

La fantastica camera delle meraviglie e dell’arte rinascimentale nel castello di Ambras, le straordinarie figure di bronzo (Schwarze Mander) che circondano il monumento sepolcrale (vuoto) dell’imperatore Massimiliano I, l’opulento sfarzo barocco della basilica di Stams, la grandezza imperiale sulle tracce degli Asburgo nel palazzo imperiale Hofburg di Innsbruck – queste sono solo alcune delle tracce storiche che si possono (e si dovrebbero) ripercorrere nella regione di Innsbruck. Le tracce del 20° e 21° secolo sono invece state lasciate, prevalentemente, da grandi nomi dell’architettura, come Zaha Hadid, Dominique Perrault, Heinz Tesar e Franz Baumann, oppure dal rinomato pittore Max Weiler, originario proprio della zona di Innsbruck.

 

Punto di incontro tra università e congresso

L’università Leopold-Franzens, con i suoi oltre 28.000 studenti internazionali, contribuisce notevolmente al fascino giovanile della città. A questa si aggiungono, poi, l’università di medicina di Innsbruck e accademie tecniche che confermano la fama della regione come “sede delle scienze”. Il centro congressi Congress und Messe Innsbruck (CMI), nonché i numerosi hotel con sale per conferenze e gli svariati edifici per l’organizzazione di convegni offrono un servizio perfetto per tutto quanto riguarda congressi, seminari ecc. Innsbruck rientra così tra le città per convegni e congressi più grandi dell’Austria.

 

Punto di incontro tra auto e aereo

In macchina, il viaggio per raggiungere Innsbruck è relativamente breve: 150 km da Monaco, 180 km da Salisburgo, 250 km da Zurigo e Verona. La stazione di Innsbruck garantisce inoltre ottimi collegamenti ferroviari internazionali e l’aeroporto della città è meta di numerosi voli, sia di linea che charter.

 

Punto d’incontro tra numeri e realtà… nella regione di Innsbruck

  • 000 abitanti
  • 9 comprensori sciistici con 90 impianti di risalita e 260 chilometri di piste
  • 13 locali premiati, insigniti da Gault Millau
  • 3,2 milioni di pernottamenti di ospiti e 1,5 milioni di arrivi all’anno (2017)
  • Quasi 19.000 posti letto per gli ospiti
  • 20 pernottamenti per abitante
  • Nel 2017, la regione di Innsbruck si è piazzata al secondo posto tra le regioni turistiche del Tirolo quanto ad arrivi e pernottamenti
  • Durante l’estate gli ospiti di Innsbruck cercano l’escursionismo e la natura (50%) o una vacanza cittadina (30%); nella stagione invernale prevale invece la vacanza cittadina (50%), seguita da inverno e neve (20%)*
  • Tra gli ospiti: numerosissime le coppie (48%) e gli ospiti alla prima visita (44%)*

*Sondaggio tra gli ospiti T-Mona 2016/17

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *