INTERPOL NEL BORGO PIU’ ROCK D’ITALIA, DOMANI UNICA DATA ITALIANA

Domani è il grande giorno, il borgo di Sesto al Reghena, in provincia di Pordenone, è pronto ad accogliere nella sua splendida piazza Castello tutto il popolo degli Interpol, e non solo, da mesi in fermento per questa esclusiva tappa italiana al Sexto ‘Nplugged. Le richieste di partecipazione arrivano da ogni dove, affermano gli organizzatori entusiasti: “Siamo subissati di richieste. Per noi è un grande onore che gli Interpol abbiamo scelto di esibirsi proprio sul palco di Sexto ‘Nplugged per la loro unica data in Italia del tour mondiale. Questo dimostra la bontà del nostro operato e la qualità delle proposte artistiche portate a Sesto in tutti questi anni. “.

Ed è proprio così, domani martedì 26 giugno, la band di Paul Banks scatenerà il prezioso borgo friulano, uno spettacolo unico, non solo per l’esclusiva nazionale, ma anche per l’effetto scenico fiabesco: una rock band di fama mondiale che si esibisce in un complesso abbaziale dell’VIII secolo, un dialogo storico-artistico memorabile. Di recente la band newyorkese ha fatto molto parlare di sè, avendo annunciato tra lo stupore e la gioia di tutti i fans del mondo l’uscita imminente del sesto attesissimo album, che si chiamerà  “Marauder”, anticipato dal singolo già disponibile “The Rover”… e chissà che non regalino proprio al popolo di Sexto qualche anticipazione. Ad un anno di distanza dalla doppia data della scorsa estate in occasione del 15esimo anniversario dell’uscita dell’album di esordio ”Turn on the bright lights”, gli Interpol porteranno qui live il quinto album discografico “El Pintor”, registrato nei prestigiosi Electric Lady Studios e Atomic Sound di New York e per la prima volta senza il bassista Carlos Dengler, uscito dal gruppo nel 2010, ruolo che è stato preso dallo stesso Banks.

Ad aprire il concerto degli Interpol saranno i Covent Garden, la band proveniente dalle campagne pordenonesi, immerse nel verde e nella pioggia delle pre alpi friulane, che hanno plasmato il sound di chitarre sognanti, riverberi avvolgenti e melodie eteree che ricordano sonorità tipicamente nordiche. Nascono come duo nel 2015, pubblicano un EP (Demantur), per poi diventare un quartetto aggiungendo una seconda chitarra e una batteria. Intanto girano un po’ dal vivo e dividono palchi con band come The Altered Hours, Diaframma, Brothers in Law e molte altre.

 

13°EDIZIONE SEXTO ‘NPLUGGED

26 giugno: INTERPOL – COVENT GARDEN

9 luglio: MOGWAI

15 luglio: PANTHA DU PRINCE FT. BENDIK HK – SON LUX

7 agosto: RHYE – PICK A PIPER (in collaborazione con SCENA SONICA)

 

SEXTO ‘NPLUGGED: Sexto ‘Nplugged è la rassegna musicale che si svolge in estate a Sesto al Reghena, nel Pordenonese, in uno dei borghi più belli d’Italia. Fondata nel 2006 dall’Associazione Culturale Sexto, si è affermata negli anni per lo spessore delle proposte artistiche e per la volontà degli organizzatori di percorrere strade alternative che entrano in simbiosi col luogo dove si svolge la manifestazione, un suggestivo complesso abbaziale dell’VIII secolo. Numerosi gli artisti nazionali e internazionali che hanno calcato il palco di Sexto ‘Nplugged tra i quali Air, Antony and the Johnsons, St. Vincent, The War on Drugs, Belle And Sebastian, Einstürzende Neubauten, Goldfrapp e Apparat, e decine di migliaia le persone che hanno avuto modo di conoscere il festival, fulcro di attrazione turistica del territorio.

Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *