GIARDINI PENSILI, UNA MERAVIGLIA IN CONTINUA EVOLUZIONE

Furono una delle sette meraviglie del mondo: I Giardini pensili di Babilonia. La storia narra che la regina Semiramide raccogliesse rose fresche durante tutto l’anno grazie ad un dono del marito che commissionò la realizzazione dei giardini più belli del mondo facendo trasportare macigni e rocce da molto lontano. La costruzione non fu facile come se si fossero progettati oggi ed anche il sistema d’irrigazione non era agevole. Appoggiati su terrazzi e balconi sono di fatto gli antenati delle piccole oasi urbane ospitate nelle abitazioni moderne. Delle meraviglie che hanno attraversato i secoli e che si sono evolute insieme alle sperimentazioni botaniche e alle affinate tecniche di giardinieri professionisti in questo settore, che ormai sono diventati delle figure ricercatissime dal mondo del lavoro seppure non facilmente reperibili. Cosa sono i giardini pensili? Delle soluzioni pensate per portare degli spazi verdi nelle città, possono essere coltivati su un tetto oppure su un terrazzo ed hanno diversi vantaggi tra i quali l’isolamento termico e acustico degli edifici, la protezione dalle intemperie, il miglioramento del microclima, il filtraggio delle polveri e la prevenzione degli allagamenti. Per questi interventi è necessaria la figura di un giardiniere specializzato che abbia competenze, tecniche e strumenti adatti per lo sviluppo e la cura di un giardino pensile. Il mercato sta cambiando e registra un interesse sempre più forte nel settore che è in continuo sviluppo e sempre attento alla ricerca. Per questi motivi quella dei giardinieri professionisti del verde pensile sta diventando una figura sempre più richiesta. L’attenzione alla salute, al benessere dei cittadini e alla qualità della vita prende sempre più spazio all’interno di grandi eventi dedicati al settore, come il Flormart 2018 – Salone Internazionale Florovivaismo, Architettura del Paesaggio e Infrastrutture Verdi che si terrà dal 19 al 21 settembre presso la Fiera di Padova e quest’anno ospiterà, tra gli altri eventi, anche un convegno di riferimento sul territorio italiano per gli installatori di coperture a verde pensile.

Si tratta della “Terza convention nazionale giardinieri professionisti del verde pensile” (il prossimo 21 settembre) organizzata dall’azienda triestina Harpo verdepensile durante la quale saranno delineati i percorsi futuri del settore con l’obiettivo di fare squadra condividendo gli aggiornamenti sulle novità tecniche e sulle strategie della ricerca e sviluppo. L’evento si terrà all’interno del più ampio contesto fieristico di Padova al quale Harpo si imporrà anche con una presenza centrale interna come espositore ed una presenza esterna nell’area di collegamento tra i padiglioni “Giardino Italia” realizzata proprio con le avanzate tecnologie a verde pensile Harpo.

Giardino Italia è il primo progetto nazionale di riqualificazione urbana sostenibile di un quartiere fieristico, che ha trasformato letteralmente la struttura in un’esposizione permanente, di 3mila metri quadrati, dedicata alla biodiversità italiana.

Da non perdere anche il consolidato appuntamento al forum internazionale “Ecotechgreen” (ore 11.10, padiglione 11) uno dei più importanti convegni nel panorama internazionale del Verde Tecnologico organizzato da PAYSAGE, in cui gli esperti Harpo parteciperanno in veste di relatori giovedì 20 settembre.

 

Harpo sarà presente all’interno del PADIGLIONE 15 con uno stand di 200 mq arricchito da 10 sistemi tecnologici in scala reale.

GIOVEDI’ 20 SETTEMBRE  ORE 11.10 | PADIGLIONE 11 Forum internazionale Ecotechgreen https://flormart.it/it-IT/events/forum-internazionale-ecotechgreen

VENERDI’ 21 SETTEMBRE ORE 14.00 – 17.00 | PADIGLIONE 14 III Convention Nazionale per Giardinieri Professionisti del Verde Pensile organizzata da Harpo verdepensile.                                                                  L’invito è gratuito ed esteso a tutti i giardinieri professionisti previa iscrizione tramite form a questo link: www.flormart.it/it-IT/events/giardinieri-professionisti-del-verde-pensile

 

 

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *