EnoConegliano compie vent’anni e si regala il record di vini iscritti e celebra il connubio con l’Enoteca Veneta

Oltre 420 le etichette che giovedì 19 e venerdì 20 luglio si contenderanno i premi in palio del Concorso Enologico EnoConegliano – Selezione Vini Veneti anche quest’anno ha l’autorizzazione ed il patrocinio del Mipaaf
 
La manifestazione presentata oggi in Municipio alla presenza del sindaco Fabio Chies e dell’assessore e Presidente nazionale delle Città del vino Floriano Zambon che hanno presentato il connubio tra il concorso enologico riconosciuto dal Ministero, una manifestazione, la festa dell’uva, che solo negli ultimi dieci anni ha coinvolto oltre mezzo milione di persone, e la Enoteca regionale dei vini del Veneto 
Presente anche la dottoressa Lara Caballini della Dersut e dell’Enoteca Veneta e Damiana Tervilli per 15 anni preside della scuola enologica di Conegliano   
 
Il Concorso Enologico EnoConegliano – Selezione Vini Veneti, organizzato dall’Associazione Dama Castellana di Conegliano, taglia quest’anno un traguardo importante: la manifestazione, che si terrà giovedì 19 e venerdì 20 luglio presso la sede dell’Associazione, festeggia infatti i 20 anni dalla sua fondazione. Un compleanno speciale, quindi, per il Concorso Enologico, aperto a tutti i vini a denominazione d’origine, a indicazione e ai vini spumanti di qualità prodotti nel territorio regionale.
 
L’Associazione Dama Castellana è da sempre l’organizzatore e promotore di questo concorso, organizzato d’intesa con Assoenologi e seguito da uno staff di cinque enologi professionisti, oltre che da numerosi assistenti e volontari dell’Associazione coneglianese. 
“Intorno a EnoConegliano vengono coordinati più di una ventina di persone, tra responsabili, che si occupano non solo dell’organizzazione, ma anche alle relazioni con le cantine partecipanti, segreteria e volontari, che ogni settimana si prodigano all’allestimento della sala della degustazione, al lavaggio dei bicchieri e all’assistenza dei sommelier della Fisar che aiuteranno nelle sessioni di analisi sensoriale” afferma Alberto Rui, presidente dell’Associazione Dama Castellana, che continua “c’è sempre un grande lavoro dietro alle nostre manifestazione, e anche se a porte chiuse, EnoConegliano richiede molto tempo organizzativo. Non posso che essere orgoglioso della squadra di lavoro”.
 
EnoConegliano è solo orgoglio per me” afferma Luigi De Nardi, segretario dell’Associazione e coordinatore del gruppo di lavoro del Concorso Enologico, “lasciatemi ringraziare i priori del Concorso, Remigio Possamai, Marzio e Roberto Pol, Luciano Vettori e Piero Masutti per credere ancora in questo progetto e per il lavoro che svolgono nelle relazioni con Assoenologi e con le cantine. Grazie anche a Antonio, Diego, Mauro e Manlio, Giulia, Stefania, Sandro e Guerrino per il loro lavoro e a tutti i volontari che da lunedì si stanno impegnando per l’allestimento della nostra sala”.
 
Saranno in totale 5 le commissioni di enologi e giornalisti che degusteranno i 431 vini iscritti quest’anno a EnoConegliano, il quale gode del patrocinio del Comune di Conegliano ma anche del Mipaaf, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Un bel traguardo per la manifestazione della Dama Castellana che più promuove il territorio ed i suoi prodotti. Proprio per il 20esimo anniversario, i priori diEnoConegliano hanno istituito il premio speciale per i 20 anni all’azienda che con i primi 3 vini raggiunge il punteggio più alto. I vini che superano la soglia minima di 82 centesimi sono premiati con “Diploma di merito”, mentre i primi tre vini di ogni categoria conquistano rispettivamente Dama D’O-ro, Sigillo d’Argento e Sigillo di Bronzo. Inoltre, vengono assegnati: il premio “Tullio de Rosa” allo spumante e “Luigi Manzoni” al vino bianco tranquillo prodotto con le uve dell’Incrocio Manzoni 6.0.13 che hanno ottenuto rispettivamente il punteggio più alto. I vini che supereranno la soglia degli 82 centesimi saranno i protagonisti della Festa dell’Uva, che si terrà da venerdì 21 a domenica 23 settembre, e saranno esposti all’Enoteca Veneta, presso la Scuola Enologica di Conegliano.
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *