CONEGLIANO: COMPLETATA LA “ROTATORIA VIGNETO”, TARGATA BOTTEGA

Bottega ha completato l’allestimento della “rotatoria vigneto”, che si trova in prossimità dell’uscita autostradale di Conegliano, per dare un inedito benvenuto ai visitatori delle terre del Prosecco. L’insegna in acciaio corten riproduce la forma di una bottiglia, caratterizzata dalla “B” Bottega.

Ricordiamo che è stata firmata una convenzione tra il Comune di Conegliano e l’azienda vitivinicola Bottega S.p.A. per la gestione e la manutenzione della rotatoria all’incrocio tra viale Italia e via Matteotti, ovvero la porta d’accesso a Conegliano per chi proviene sia dall’uscita dell’autostrada A27 sia dalla statale Pontebbana. La particolarità sta nel fatto che la grande rotonda è stata interamente allestita a vigneto.

Bottega ha infatti impiantato a sue spese dodici filari da otto piante di vite ciascuno, disposti a raggiera. Sono filari bassi, per non ostacolare la visibilità dei conducenti dei veicoli in transito. Le uve Glera (quelle che danno origine al Prosecco), coltivate in questo spazio, hanno esclusivamente una funzione estetica e non saranno impiegate per alcun tipo di consumo, dato l’ambiente non idoneo.

L’accordo prevede inoltre, sempre a carico della cantina e distilleria di Bibano di Godega (TV), oltre alla piantumazione e alla coltivazione del vigneto, anche la manutenzione e l’irrigazione dello stesso e del manto erboso circostante. In questo modo il Comune di Conegliano evita di sostenere un costo periodico attraverso le proprie casse con un immediato beneficio per la collettività, mentre Bottega rimarca il proprio legame con il territorio, dando il benvenuto a turisti, wine lover e ovviamente residenti.

La rotatoria richiama il territorio circostante e scandisce anche in mezzo al traffico il succedersi delle stagioni.

 

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *