CASTELFRANCO. SCIENZA E CULTURA DELLA RISTORAZIONE FESTEGGIA 10 ANNI E 299 DOTTORI

Un piccolo esercito di dottori in “Scienze e Cultura della Gastronomia e della Ristorazione” dell’Università di Padova festeggia il decennale del Corso di Studio.

In una decade sono 299 gli studenti che si sono laureati in questa nuova figura professionale e il 21giugno alle ore 15, in una cerimonia presso la storica Villa Revedin Bolasco di Castelfranco Veneto con invited speaker Arrigo Cipriani verranno proclamati i nuovi dottori 2018 in presenza di alcuni ex studenti che 10 anni fa si sono laureati “tecnici, manager e cultori della gastronomia”.

 

«I motivi per festeggiare sono molti fra cui, in particolare, dopo lunga attesa, la approvazione da parte del MIUR di una nuova classe di laurea specifica per le “Scienze, culture e politiche della gastronomia” che assume un carattere specifico e autonomo rispetto alle classi di studio finora utilizzate – spiega il prof. Franco Tagliapietra, presidente del Corso di studi -. Il modello formativo utilizzato dal MIUR è quello multidisciplinare adottato a Padova fin dalle sue origini nel 2005 dove ad una solida formazione tecnico scientifica si uniscono le competenze economiche e gestionale nonché quelle storico-culturali.

Il Corso infatti  fornisce conoscenze a 360 gradi su tutti gli aspetti dell’alimentazione “dal campo alla tavola” (from farm to fork) per garantire al laureato una visione completa delle attività e delle problematiche legate alla particolarità del settore della gastronomia e della ristorazione.»

 

Il Corso di Studio nasce nel 2005 per volontà dell’Università degli Studi di Padova e dell’allora Amministrazione Comunale di Castelfranco Veneto guidata dalla Sindaca Maria Gomierato, ed in seguito, nel 2013, per esigenze organizzative e di costi, si sposta presso il Campus di Agripolis a Legnaro aumentando gli studenti ammessi per anno da 50 a 75.

I fondatori del Corso di Studio – proff. Giovanni Bittante, Francesco Favotto e Paolo Scarpi,  all’epoca Direttori dei Dipartimenti di Agraria, Economia e Lettere-filosofia, assieme all’esperto esterno prof Domenico Gasparini – festeggiano il successo di questo progetto che ha conosciuto diversi momenti di autentica originale sperimentazione interdisciplinare.

Per l’occasione la storica commissione di laurea di 10 anni fa, presieduta dal prof. Giovanni Bittante, proclamerà i laureandi del corso di studio.

E passano il testimone delle rispettive aree culturali ai proff. Franco Tagliapietra (Presidente), Andrea Menini (Vicepresidente) e David Celetti con l’obiettivo di consolidare e sviluppare l’approccio olistico nella formazione accademica dell’area del “food service”.

Tra i dottori della prima coorte (2005-08),  che porteranno alla cerimonia del decennale le loro “storie di gastronomi”, spiccano imprenditori del settore ristorativo, responsabili di strutture produttive e di aziende di catering, food & beverage manager e anche giornalisti presso i mass media o responsabili della comunicazione  in aziende del settore alimentare-gastronomico-ristorativo.

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *