CASTAGNER FA CAPPOTTO. Roberto Castagner vince la sfida con la grappa bianca fredda. Nel mercato bottiglie di grappa col cappotto termico

Chiuso il sipario della Mostra del cinema di Venezia dove Roberto Castagner da diversi anni presenzia organizzando nella ‘Terrazza Biennale’ un evento esclusivo per i suoi amici, buyer, collaboratori più stretti, e dove quest’anno ha raccolto ampi consensi anche dal presidente di Biennale Paolo Baratta, Castagner rivolge ora la sua attenzione alla produzione. Iniziata infatti la vendemmia, il suo impegno è tutto sulla selezione delle migliori vinacce che regaleranno agli amanti della grappa le grandi  emozioni con le quali Castagner ha viziato i propri clienti.

La vendemmia 2018? Castagner non ha dubbi: “Una delle migliori di sempre. La natura, particolarmente generosa quest’anno, ci assicura un raccolto ricco e di qualità eccelsa.  Zero difetti. Così come le uve, anche le vinacce conferite in distilleria, presentano un corredo aromatico eccellente”.

La stagione appena trascorsa ha portato grandi soddisfazioni al mastro distillatore noto per la sua impareggiabile attitudine all’innovazione, alla ricerca della perfezione e alla sua capacità di anticipare le nuove tendenze del consumatore. “Se facessi la grappa come cento anni fa avrei ben pochi clienti”  suole affermare Castagner “ diciamo che il gusto e le esigenze alimentari sono in continua evoluzione ed è compito dell’imprenditore intercettarle per tempo”.

 IL CASE HISTORY. Una delle più recenti testimonianze dell’importanza di questa “elasticità imprenditoriale” è il successo  della Grappa al PROSECCO ICE, pensata per essere servita rigorosamente fredda. Per garantirne la giusta temperatura Castagner l’ha proposta allo scaffale abbigliata con un apposito cappottino termico.

Un trionfo di vendite.

Tanto che, in netta controtendenza rispetto al settore superalcolici che nei primi sei mesi ha incassato un – 4% a livello nazionale, i fatturati di Castagner registrano un impennata pari al +10%, risultati conseguiti soprattutto grazie al segmento ‘grappa bianca’.

PROSSIMI APPUNTAMENTI: DISTILLERIE APERTE. Quest’anno Castagner ha deciso di rinnovare la proposta per Distillerie Aperte e raddoppia estendendo anche al sabato la consueta apertura domenicale, per dare modo anche a chi viene da lontano di programmare una visita alle terre del Prosecco nel primo weekend di ottobre sapendo di poter contare sull’ospitalità della famiglia Castagner sia sabato 6 che domenica 7.  L’azienda dista solo pochi minuti d’auto da diverse località di grande interesse culturale, artistico, paesaggistico.

In programma, nello specifico, la visita guidata agli impianti di distillazione, un’occhiata alla preziosa barricaia, la degustazione di varie tipologie di grappa sia in purezza che in miscelazione.

Pranzo e cena dell’intero fine settimana verranno volentieri offerti previa prenotazione.

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *