BILANCIO SOCIALE e SOSTENIBILITA’ IN CANTINA: PIZZOLATO ARRIVA A 5 MILIONI DI BOTTIGLIE SOLO BIO

Cinque generazioni di storia, un lungo impegno verso la produzione biologica, rispettando la genuinità del vino e l’alta qualità delle uve, la cui certificazione arriva nel 1991: la Cantina Pizzolato è un’azienda che è stata capace di concretizzare la sua idea di futuro e che rientra tra le prime in Italia ad aver scelto e accolto una gestione biologica e sostenibile, allo scopo di produrre dei vini provenienti da uve coltivate senza l’uso di prodotti chimici e di origine animale.

Un’azienda il cui focus è la continua ricerca e le sperimentazioni, che ad oggi si orienta verso quella dei vitigni resistenti verso un’agricoltura 100% sostenibile, aspetti questi che sono stati incrementati nel 2017 con la messa a dimora di alcuni ettari anche nelle vicinanze di centri abitati, essendo che i trattamenti si riducono vertiginosamente durante l’anno.  “Le richieste maggiori giungono da quei paesi che dimostrano una particolare sensibilità alla tutela dell’ambiente e del consumatore: la Svezia e i Paesi Scandinavi in testa, seguiti dalla Germania e gli Stati Uniti d’America. Siamo tuttavia contenti di avvertire un’inversione di marcia anche nel nostro paese, dove aumenta il consumo di vino certificato biologico. Nell’anno appena trascorso, abbiamo raggiunto un risultato che ci rende orgogliosi: 5 milioni di bottiglie distribuite in 21 stati diversi” – afferma Sabrina Rodelli, responsabile commerciale della cantina.

Il 2018 vuole anche essere un anno di manifestazioni legate anche alla cultura del vino con un calendario eventi molto ricco. Il 15 febbraio la cantina organizza “TASTING VINI”, dalle ore 18.00, un’occasione per degustare gratuitamente i vini biologici della cantina, risultato della vendemmia 2017. Lo staff sarà a disposizione per confrontarsi con il consumatore e illustrare le peculiarità dei vini, le criticità e i punti di forza di un’annata un po’ difficoltosa.  Molte le novità dell’anno: dalla nuova linea “Collezione di famiglia”dove lo spumante di Chardonnay “Frederik” e di Prosecco “Stefany” si vestono di una nuova bottiglia e di un restyling dell’etichetta alle novità per i vini Heroes, nati l’anno scorso, con packaging accattivante, che fanno entrare nella linea anche un rosato fermo. In degustazione, anche l’intera linea dei vini senza solfiti aggiunti, testimoni, da sempre, della vera essenza dell’uva biologica con i loro aromi e profumi fruttati.

 “Ogni anno ci insegna qualcosa, non esiste un libretto delle istruzioni da seguire per ottenere un buon raccolto.  Lavorare con il metodo biologico ti insegna a riconoscere nella vita ogni segnale e a prevenire. Quest’anno un’attenta gestione della chioma e un’accurata irrigazione a goccia hanno permesso di ottenere piante sane e vigorose e non vediamo l’ora di poter assaggiare e far assaggiare i frutti” – afferma Settimo Pizzolato, titolare della cantina bio.

Lo staff della cantina attende tutti coloro che vorranno scoprire la nuova annata e confrontarsi sul mondo del vino. L’appuntamento è per giovedì 15 febbraio dalle ore 18.00 ma nel corso dell’anno sarà sempre possibile effettuare degustazioni guidate e bio tour della cantina per visitare l’intera filiera produttiva dell’azienda.

Maggiori informazioni e calendario eventi su: www.lacantinapizzolato.com.

La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *