Agno trail al via!

In occasione dei 100 anni dalla fine della grande guerra Agno Trail si sposta più a nord, raggiungendo lo storico sentiero del Sentinello. Storia e luoghi caratteristici della vallata dell’Agno si incroceranno con il percorso: “La Priara” con le sue caratteristiche pietre vulcaniche, le ormai dismesse “Cave de Sabion”, postazioni e trincee del monte Civillina.

Sviluppata su due distanze: 36 Km con dislivello positivo di 2.100 mt  e 20 km 1000 mt/D+, entrambi i percorsi si snodano sulle colline che dividono la vallata dell’Agno dalla vallata del Leogra domenica 27 maggio.
La giornata di gara vuole essere, oltre che un ritrovo per amanti di questo genere di corse, anche un evento per la cittadinanza intera.
L’obiettivo è creare un contorno alla manifestazione che attiri più pubblico possibile; gruppi musicali, locali pubblici della zona che offrono il loro servizio, negozi che espongano i loro prodotti.

Lo scopo del progetto non è esclusivamente creare una manifestazione sportiva, bensì valorizzare e far conoscere  il fascino della città e la rete di sentieri esistente sulle colline valdagnesi anche riscoprendo antiche vie di comunicazione tra le borgate.

A sostegno di questi principi ogni atleta deve accettare e farsi carico del regolamento di gara che prevede:

  • il rispetto della natura e del territorio: vengono squalificati i concorrenti che gettano a terra rifiuti, non si fa uso della vernice per tracciare i percorsi.
  • la rivalutazione delle aree montane come meta di turismo ecologico e sportivo: vengono ripristinati antichi sentieri, vengono pubblicate cartine dei percorsi.
  • la pratica di uno sport sano, pulito e sicuro: vengono squalificati i concorrenti che omettono di soccorrere altri atleti in difficoltà, non vengono dati premi in denaro ma vengono premiati tutti gli iscritti.
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *